mercoledì 29 marzo 2017

Animazione in Metropolitana a Milano

Tutte le volte che vado in centro a Milano, soprattutto tra Piazza Duomo e Piazza San Babila, mi accorgo sempre di più, adesso che è arrivata la Primavera, una certa animazione vicino alle entrate della Metropolitana e addirittura anche dentro le carrozze, di personaggi molto ''curiosi''.

MM di Milano Duomo
Zingari sempre meno interessati a suonare la fisarmonica; Profughi di Bosnia Erzegovina che leggono lo stesso copione con lo stesso tono di voce caricato; Scacciati di casa a cui mancano sempre un Euro per prendere il treno che li riporti a casa; Donne gobbe che, appena svoltato l'angolo, diventano dritte come fusti; Cantanti che salutano cortesemente, suonano, non chiedono nulla, ''chi ha dato ha dato e buona notte ai suonatori''!!!

Mendicanti in Metro
Certe volte l'aria triste delle carrozze della Metropolitana Milanese si colora dei personaggi, come ho già descritto prima, ma soprattutto degli improperi dei viaggiatori regolari come: ''Vai a lavorare,  ...fannullone!'' in dialetto milanese Non male e divertente, per ingannare il tempo, osservare il tutto.


Altalene in Metro (immagini dal Web)
C'è chi fa più o meno le stesse cose ad Ottobre, all'interno di ''Animazione in Mètro'', un'iniziativa organizzata dal Comune di Milano, che coinvolge musicisti, teatranti, e altri professionisti di strada, per dare un po' di vita agli spazi sotterranei.

Musicisti di strada
 
 
Lievitazione indiana alla MM S.Babila
 
Così si vedono belle cose e non si paga!!!

martedì 21 marzo 2017

Le Giornate FAI di Primavera


Sabato 25 e domenica 26 marzo 2017 si svolgerà la venticinquesima edizione delle Giornate FAI di Primavera, la più grande festa di piazza italiana dedicata alla cultura e all'ambiente.
Per celebrare i 25 anni dell'evento, il FAI quest'anno garantirà l'apertura straordinaria di oltre 1000 siti in 400 località in tutta Italia, molti dei quali poco conosciuti, inaccessibili ed eccezionalmente visitabili.

Tutto questo sarà possibile anche quest'anno solo grazie al lavoro capillare e all'impegno di più di 7500 Volontari organizzati dalle 119 Delegazioni FAI in tutta Italia, a 87 Gruppi FAI e a 35000  Giovani ''apprendisti ciceroni''. Il Presidente Mattarella ha voluto ringraziare tutti con un gesto importante, la consegna di una Targa per i 25 anni delle ''Giornate FAI di Primavera'', che scrive un'altra pagina importante nella storia del FAI.

La prima edizione

Il 20 marzo 1993 le parole di Giulia Maria Crespi, storica fondatrice e oggi presidente onorario del FAI, si concretizzano in un grande evento unico in Italia: 50 tesori nascosti del nostro patrimonio storico vengono aperti in 30 città grazie all'impegno delle Delegazioni e alla disponibilità dei volontari che accompagnano i visitatori, raccontando storie e personaggi di un'Italia che rischia di essere dimenticata.
È la prima edizione delle Giornate FAI di Primavera ed è subito un successo. L'idea di un'“Italia nascosta” da scoprire e da salvare appassiona il pubblico mentre l'evento introduce un concetto pionieristico per il nostro Paese: quello della possibile cooperazione tra pubblico e privato nel segno della salvaguardia e della valorizzazione dei beni culturali.

Grazie all'impegno dei Delegati FAI, che nei panni di Volontari attivi sul territorio mettono a disposizione della missione della Fondazione le proprie conoscenze scientifiche e culturali e le proprie capacità organizzative e di mediazione con gli enti locali, il progetto arriva a coinvolgere numerose istituzioni: dalle Regioni alle Soprintendenze, dalle Province ai Comuni.
Perché le Giornate FAI attraverso la scoperta dei suoi luoghi raccontano il territorio, la sua memoria e la sua identità così come le conservano le persone che lo vivono ogni giorno.
Dalle persone per le persone: edizione dopo edizione, cresce la passione per questo evento unico in Italia insieme al numero dei beni aperti e dei comuni coinvolti.


25 anni nel segno dell'Italia più bella.
 
Far conoscere un'Italia mai vista e attraverso questa esperienza non solo arricchirsi culturalmente ma ritrovare la propria identità e riscoprirsi parte di un'Italia bella, che merita cura, rispetto e protezione. È questa la magia delle Giornate FAI di Primavera, che siamo certi, si ripeterà grazie a voi anche quest'anno in 1000 luoghi straordinari di tutta Italia.
Per l'elenco dei luoghi aperti nelle varie Regioni Italiane, andare nel sito: www.fondoambiente.it

Andate il 25 e 26 marzo per festeggiare l'arrivo della Primavera e il valore del patrimonio d'arte e natura che rende unico il nostro Paese ed anche per favorire la raccolta fondi intitolata ''Insieme cambiamo l'Italia'' inviando un sms o telefonando al 45517.


mercoledì 15 marzo 2017

Mostra:''Manet e la Parigi Moderna'' a Milano

Domenica scorsa sono andato a Palazzo Reale di Milano ad ammirare le opere del famoso pittore  Manet. Non è la prima volta che vedo alcuni capolavori del Maestro francese. Due anni fa, trovandomi a Parigi, ero andato al Museo d'Orsay dove normalmente i dipinti  sono conservati.
Manet è innovatore e rappresenta il pittore della modernità perché trasmette con le sue tele il senso della vita e di eleganza.


La mostra di Manet a Palazzo Reale di Milano ha lo scopo di rendere omaggio ad un grande artista della Parigi dell'Ottocento, superbo ritrattista e padre spirituale dell'Impressionismo.
 
La mostra espone oltre cinquanta importanti capolavori provenienti dal Museé d'Orsay, che illustrano il fermento creativo e culturale della Parigi di fine Ottocento, in quell'importante momento dell'arte in cui si registra il passaggio alla modernità.
 
Paladino della libertà d'espressione e autore di opere fortemente provocatorie come l'Olympia e la Colazione sull'erba, Manet fin dagli esordi realisti, dipinge spesso scene dei bistrot di Parigi, immortalando la vita quotidiana della capitale francese in uno dei suoi momenti di massimo splendore.




Manet Olympia - 1863



Manet Colazione sull'erba 1863
 
Donnaiolo impenitente, acuto osservatore del vero e grande rivale di Cezanne, Manet è esposto in mostra accanto ad altri capolavori di Renoir, Degas, degli Impressionisti ed altri artisti che, insieme a lui e come lui, hanno fatto un'epoca.


Manet Il Bar delle Folies-Bergière 1882
 
La mostra è anche un'ottima occasione per ammirare i capolavori sagaci e provocatori del grande maestro parigino e per conoscere la vita turbolenta e l'importanza artistica di uno dei padri dell'arte moderna. Con Manet Parigi diventa la capitale dell'arte e della moda.
 
Ecco altri dipinti importanti di Edouard Manet
 da non perdere:
 
Berthe Morisot con un mazzo di violette 1872
 
Il Balcone 1869
 
Il Pifferaio 1866
 
 
Il Ballo 1878
 
 
La Mostra ''Manet e la Parigi Moderna'' durerà
fino al 2 Luglio 2017.
Chi può, consiglio di andare a vederla. 

giovedì 9 marzo 2017

Il vero senso dell'amicizia

Vi siete mai soffermati a riflettere su che cos'è la vera amicizia? Qual è il significato di amicizia e come mai è così importante per tutti noi?
Premetto che l'amicizia è un valore molto importante per me, e infatti non riesco ad immaginarmi come possa essere l'esistenza di una persona, senza amici.

AMICI (fonte Web)
 Molto spesso siamo portati a definire "amici" tutte quelle persone con le quali abbiamo dei rapporti frequenti, con cui scambiamo quattro chiacchiere o ci vediamo ogni tanto, ma non ci rendiamo conto che in realtà la maggior parte di costoro sono dei semplici conoscenti.
 
L'amico è ben altro: è colui con il quale possiamo sempre e comunque essere noi stessi, senza veli, senza finzioni, che conosce tutti i nostri pregi ma anche i nostri difetti e nonostante ciò non ci chiede di cambiare. Una persona alla quale sentiamo di poter confidare i nostri pensieri, i segreti più intimi, senza timore di essere giudicati; è colui al quale possiamo dare tutta la nostra fiducia sicuri che non ci tradirà mai; all'amico puoi chiedere una mano senza che lui pretenda un tornaconto personale; è chi ti resta vicino non per cosa hai, ma per chi sei; che prova gioia a stare con te, anche se non condivide necessariamente tutti i tuoi interessi. 

Gli amici non sono nostri "cloni", ma sono un completamento di noi stessi, con i quali si crea una perfetta sintonia per cui anche senza bisogno di grossi discorsi, l'altro sa già cosa vuoi dire e viceversa, anzi l'amico è colui con il quale puoi anche stare in silenzio.
La cosa più importante in un rapporto di amicizia, secondo me, è il rispetto unito naturalmente alla sincerità, alla comprensione ed alla reciproca complicità. L'amicizia è un legame profondo e confidenziale che unisce due o più persone. Infatti questo sentimento ha un pregio fondamentale: si può distribuire tra molti individui, con varie sfumature, senza che nessuno di essi si senta svalutato.

Il "gruppo" vive importanti e decisive esperienze che restano indimenticabili nella vita di ogni persona, ma è fondamentale che all'interno dello stesso, ognuno trovi lo spazio necessario per esprimersi, confrontarsi, condividere, mantenendo una certa propria libertà di scelta.


Per mia fortuna, e grazie al mio carattere aperto ed estroverso, riesco ad avere dei buoni rapporti di conoscenza con tutti e di vera amicizia con pochi.

Per la maggior parte si tratta di amici che frequento da molto tempo, con cui ho condiviso esperienze belle e brutte; siamo molto uniti, scherziamo spesso e ci divertiamo molto. E' chiaro che frequentandoci regolarmente, ci influenziamo reciprocamente soprattutto in relazione ai gusti di letture e ascolto volentieri i consigli "costruttivi" che mi danno, ma poi preferisco fare un po' di testa mia, per avere una certa autonomia di pensiero e di azione.

Ecco cos'è per me il vero senso dell'amicizia!!!  Però ora mi chiedo:
 
''Si può essere amici anche con delle persone ''sconosciute'', che su una pagina dei Social Network ti danno la loro amicizia con un semplice clic''???

Io penso di sì, soprattutto con alcuni ''gruppi di persone'' può nascere un'amicizia anche per affinità, interessi o ideali comuni. Diventi amico perché hai la certezza della reciproca presenza, anche se non ci vediamo per tanto tempo, e forse perché si è creato un sentimento di stima, di fiducia e di amicizia particolare di gruppo.

martedì 7 marzo 2017

8 Marzo: Festa della Donna

 

AUGURI A TUTTE LE DONNE
 
per la festa dell'8 Marzo!
 
da STEFANO di Semplici Conversazioni

martedì 28 febbraio 2017

Soffio di Primavera

Vieni alla mostra mercato "Soffio di primavera"


 
Soffio di Primavera
 
La primavera è già arrivata
 
a Villa Necchi Campiglio!
La sesta edizione della mostra mercato dedicata ai primi
fiori della bella stagione ti aspetta:

venticinque tra i migliori vivaisti italiani e
stranieri

speciale focus su primule e viole con
l'esposizione di una rara collezione di 50
varietà botaniche

incontri sulla cura del verde, presentazioni
di libri e lezioni di potatura

divertenti laboratori creativi per i più piccoli

le curiosità della villa svelate da giovani
narratori d’eccezione.
Vieni a vivere una giornata speciale a
Villa Necchi Campiglio a Milano.