martedì 17 ottobre 2017

''Summertime'': Tormentone estivo

Carissimi amiche ed amici Bloggers, finalmente ora sono tornato definitamente!

Quest'anno, come sempre, tra Luglio ed Agosto sono stato in Trentino. A metà Settembre sono andato a Roma a trovare la mia nipotina, dato che  iniziavano  le scuole. 

In sintesi, (se interessa a qualcuno), vi racconto cosa ho fatto durante il periodo di vacanza:

- Luglio è trascorso abbastanza bene con i due nipotini (senza genitori) tra parchi giochi, varie gelaterie, bagni in piscina o sul Lago di Garda, qualche passeggiata in montagna ma soprattutto gestire i compiti delle vacanze!


Il Lago di Garda Trentino al tramonto
-Agosto è trascorso discretamente fino alla metà del mese con un po' di ''più movimento''.
Ovvero sono arrivati i genitori dei nipotini, ovvero i miei due figli, venuti per due settimane prima che andassero al mare in vacanza con tutta la loro famiglia.
Dico ''più movimento'' perché ognuno di loro, giustamente, vive la vacanza in assoluta ''anarchia'', ovvero senza guardare l'orologio...

Finalmente dopo Ferragosto sono andati via tutti al mare; così io e mia moglie abbiamo iniziato ad ''assaporare'' bene il nostro periodo vero di vacanza, non per fare ''chissà che cosa?'', ma almeno ci siamo dedicati  a delle gite a Mantova, in Alto Adige per delle passeggiate in alta montagna, incontrare amici, visitare alcune mostre.!!!

- Settembre: Come già detto , prima una settimana a Roma, poi due giorni per visitare Mantova, Solferino e San Martino della Battaglia.

A proposito di Mostre, sono andato a visitarne due molto importanti:
 
Una al Castello del Buonconsiglio di Trento su ''Il Rinascimento di Marcello Fogolino'', famoso pittore veneto del '500.
L'altra al MART di Rovereto su ''l'Eterna Bellezza nell'Arte Italiana del primo Novecento''.

Il Castello del Buonconsiglio di Trento svela, con un’ampia mostra, la grandezza di Marcello Fogolino. L’iniziativa, che si sviluppa in collaborazione con i Musei Civici di Vicenza, dove è nato, e la Pinacoteca di Palazzo Chiericati, riscopre un artista notevolissimo ma la cui fama di pittore venne offuscata dalle sue vicende private. La condanna per l’omicidio di un barbiere, commesso, pare, insieme al fratello Matteo, la messa al bando, l’attività di spionaggio a favore della Serenissima, gli alti e bassi con la committenza delineano un personaggio dalle tinte forti.
Dopo le grandi mostre monografiche dedicate ai pittori che affrescarono il maniero ovvero Girolamo Romanino e i fratelli Dosso e Battista Dossi, il Castello del Buonconsiglio rende ora omaggio al terzo artista che contribuì alla decorazione del Magno Palazzo.


Fogolino - Madonna con Bambino e Santi

La rassegna intitolata “Ordine e bizzarria. Il Rinascimento di Marcello Fogolino”, inaugurata il 7 luglio 2017 e chiuderà il 4 novembre, vuole far conoscere al grande pubblico il ''pittore errante'' che fu costretto a una forzata permanenza in Trentino, ma che riuscì a guadagnarsi, con la sua opera, la fiducia del principe vescovo Bernardo Cles fino a divenirne il pittore di corte e, poi, del suo successore, il principe vescovo Cristoforo Madruzzo, organizzatore del Concilio di Trento.


Affreschi e Quadri di Fogolino
Invece, al Mart di Rovereto, ho visitato la mostra dedicata a uno dei momenti più ricchi dell’Arte italiana del Novecento. In collaborazione con Fundación MAPFRE, Madrid.
Attraverso capolavori assoluti del primo Novecento, Un’eterna bellezza propone un percorso tra le opere dei maestri dell’arte italiana che guardano al passato e al canone classico come fonti di ispirazione. Il percorso espositivo è articolato in sette sezioni: Metafisica del tempo e dello spazio; Evocazioni dell'antico; Paesaggi; Poesia degli oggetti; Ritorno alla figura. Il ritratto; Il nudo come modello; Le stagioni della vita.

Casorati
In mostra oltre cento opere di alcuni tra i più significativi protagonisti dell’arte italiana: Carrà, Casorati, de Chirico, de Pisis, Savinio, Severini, Sironi ma anche Bucci, Cagnaccio di San Pietro, Donghi, Dudreville, Funi, Malerba, Martini, Marussig, Oppi, Wildt e Usellini.


Wildt
L’esposizione intreccia una fitta rete di rimandi visivi con le opere delle Collezioni del Mart presenti nel percorso permanente. Queste ultime sono segnalate da apposite didascalie che mettono in evidenza i collegamenti con Un’eterna bellezza.


Casorati
 
Questa mostra sarà visitabile fino al 5 nov.2017.

venerdì 13 ottobre 2017

Giornata FAI d'Autunno

Domenica 15 ottobre 2017 si svolgerà la festa di piazza
dedicata alla bellezza di Italia!
 
I Giovani del FAI ti invitano in 185 città per scoprire insieme luoghi curiosi e itinerari insoliti che raccontano la storia e la cultura del nostro Paese.
E se sei iscritto FAI ti aspettano accessi prioritari in tutti i 600 luoghi aperti e ingressi dedicati solo agli iscritti.
Inizia ora il tuo anno speciale insieme al FAI: scopri il modo più bello di vivere il tuo tempo. Per informazioni vai nel sito:

mercoledì 11 ottobre 2017

Ricordiamoci di Ambra

Oggi è il primo anniversario che ci ha lasciato
una cara amica e blogger.
 
AMBRA
 


Un caro ricordo da tutti noi Blogger

sabato 1 luglio 2017

BUONE VACANZE ESTIVE


Buone Vacanze
 FINALMENTE E' ARRIVATA L'ESTATE!!!
(a parte qualche temporale)

PERTANTO AUGURO BUONE VACANZE 


A TUTTI GLI AMICI BLOGGER CHE MI SEGUONO.


COME SEMPRE TORNERO' A SETTEMBRE!


GRAZIE E UN CARO SALUTO A TUTTI. 


STEFANO DI SEMPLICI CONVERSAZIONI

giovedì 22 giugno 2017

Alpinismo o Trekking d'estate

Adesso che è arrivata l'estate e le scuole sono finite, tante Associazioni lombarde organizzano Tour di Alpinismo o Trekking, in genere concentrati nei weekend, con bassi costi a copertura del cibo e del sonno. Destinazioni varie e intelligenti, dalle Alpi agli Appennini.
Nelle belle giornate, dal fondo dei viali o in autostrada, si scorgono in lontananza la Grigna, la Grignetta e il Resegone, tre monti delle Prealpi, sui quali sono cresciuti molti dei rocciatori lombardi.

Corso di Alpinismo
Organizzati con strade ferrate (quindi di non problematica ascesa), costituiscono una buona scuola per chi voglia saggiare i piaceri delle vette.
Mai andare da soli e almeno con un esperto. Dopo, verificate le vertigini e la capacità di sofferenza, vi si apriranno le strade dei ghiacciai e dei rifugi dell'Adamello, dello Stelvio, della Marmolada o addirittura delle Alpi Svizzere.

Ghiacciaio della Marmolada
Al CAI - Centro Alpino Italiano della vostra zona, troverete tutta l'assistenza e le indicazioni possibili e vi insegneranno ad arrampicarsi, anche al Sud in prossimità del mare.
Contrasto molto allettante!!!

Per quanto riguarda invece il Trekking, esiste l'Associazione Trekking che ha sedi in tutta Italia e vi porteranno alla scoperta dei sentieri, delle escursioni e dei trekking più affascinanti, attraverso racconti che trasmettono emozioni e suggestioni, oltre a fornire tutte le informazioni tecniche necessarie, le mappe del territorio e le tracce GPS.
 
Grande spazio è riservato anche ai cammini storici e alle vie della fede, dalla  Via Francigena fino al Cammino di Santiago di Compostela, di cui sono raccontate e presentate le tappe più affascinanti, complete di tutte le informazioni utili per un viaggio attraverso l’Europa.


Gruppo in Trekking
Quindi anche per il Trekking (meno impegnativo dell'Alpinismo), le destinazioni sono varie, ovvero dagli Appennini Liguri a quelli Tosco-Romagnoli  fino alla Costa Amalfitana o nelle isole della Sicilia e Sardegna.
Per i 'fai da te', mappe percorsi e sentieri, ci si può rivolgere al Touring Club Italiano.


Famiglia in Trekking - Fai da te

BUONE PASSEGGIATE!

giovedì 15 giugno 2017

La vecchia Milano a ''luci rosse''

''Milano capitale morale'', si è sempre detto! Ma passeggiando tra gli antichi quartieri a luci rosse e delle zone più perverse della città, si può scoprire una ''Milano immorale'', dove oggi si può conoscere un antico volto nascosto della Città,  soprattutto prima dell'approvazione nel 1959 della legge Merlin che decretò la chiusura delle ''cosi dette Case Chiuse''.

Entrata di una 'casa chiusa'

Leggendo alcuni libri di famosi artisti e letterati milanesi, ho scoperto vecchi luoghi di perdizione, bische e ''bordelli'' che facevano parte della vita quotidiana di Milano e che tutt'oggi rappresentano un frammento della storia del costume e della società milanese di allora

Lo scalone interno
   
Da via Brera, passando per l'antica e sintomatica Contrada di Tett, ho fatto un itinerario alla scoperta della storia delle Case chiuse che popolavano il quartiere, luoghi frequentati da artisti, giornalisti  e "pensionanti"- così venivano chiamate le donne che praticavano ''l'amore per professione" - luoghi di piacere dove si trovavano alcuni dei più famosi ''bordelli'' della città come quello più rinomato, ubicato al  n. 17 di via Fiori Chiari. Altri si trovavano in via Fiori Scuri.
E qui, tra i fiori del bene e del male, che ''fiorivano'' la maggior parte dei club privati a luci rosse.

Sala d'attesa (fonte Web)
Nella Milano delle contraddizioni, anche questa è storia, dove accanto al perbenismo ufficiale, serpeggiavano tutta una serie di desideri nascosti e inconfessabili, incontri clandestini e pratiche segrete. E' al loro interno, tra l'odore di talco, cipria, fumo, lisoformio misto sudore, che si consumavano cibo e sesso.



Cartelli vari (fonte  Web)

 










Listino prezzi (fonte Web)
Adesso, in questo quartiere e nelle ex Case chiuse, si trovano lussuosi ristoranti, case di moda, bar e molti famosi negozi.