domenica 28 giugno 2009

Il paradiso dei windsurf

Il surf non è più una moda, è uno sport praticato dai giovanissimi come da agili sessantenni, che si destreggiano sulla tavola fin dagli albori di questo simpatico sport.

Questa è una mia riflessione fatta questa mattina, mentre passeggiavo sul lungolago tra Riva del Garda e Torbole. Sul Garda il windsurf è magico anche per chi non lo pratica, come me!

Provate a fermarvi in riva al lago, e se vi capita, gettate lo sguardo verso l'orizzonte e a contare le infinite vele che incrociano al largo. Un colpo d'occhio eccezionale, un piccolo miracolo sportivo che si rinnova di anno in anno, appena le temperature permettono di scendere in acqua.
L'elemento di grande richiamo per il popolo dei surfisti, sempre allegro, colorato e divertito, è il vento, che nei momenti di maggior intensità soffia con il vigore degno di una sponda oceanica.
Lungo le spiagge di Riva e Torbole esistono aree dedicate ai surfisti, cosi come le scuole di surf per chi vuole imparare, seguito da istruttori di grande esperienza.
Ero tentato quest'anno di iscrivermi in una di queste scuole, ma alla fine mi sono trattenuto, conoscendo bene, sia la mia grande paura per l'equilibrio e la forza (ce ne vuole tanta), che per l'acqua profonda (bisogna saper nuotare benissimo).

Così guardando le vele, che da lontano assomigliano molto alle ali delle farfalle, ho deciso di imparare e praticare questo affascinante sport, forse la prossima estate!

1 commento:

Anonimo ha detto...

Sono posti meravigliosi.
Da Verona vado spesso a Torbole
Ciao