lunedì 26 ottobre 2009

Carlo Bernardi. Pittore solitario del '900

Non sapevo nulla riguardo alla figura e alle opere dell’originale artista trentino Carlo Bernardi, che ha attraversato tutto il Novecento, lontano dai circoli e dalle correnti, contrario al palcoscenico e alle liturgie dell'epoca. Pittore complesso, umile, sdegnoso di riconoscimento ufficiale che non ha mai messo in mostra le sue opere. Il suo patrimonio è rimasto fuori dal mercato ed è custodito gelosamente dalla famiglia e da pochi amici collezionisti.

È stato per caso che l’ho scoperto, precisamente alla Blog Fest di Riva del Garda, tramite una ragazza di Rovereto Valentina Zencher, che ha discusso la tesi di laurea dedicata proprio a ‘Carlo Bernardi. Un pittore trentino del Novecento’.
Una tesi di laurea specialistica in ‘Gestione e conservazione dei beni culturali’, discussa a Trento alla facoltà di Lettere e Filosofia, che ha meritato 110 con lode.
Dal racconto di Valentina, e dopo aver visto alcuni quadri e disegni, ho avuto subito la sensazione, pur non essendo un critico, che ero in presenza di un grande artista.
Le opere, eseguite tra il 1910 e il 1972, sono in tutto 166 (di cui 66 inedite), e raccolgono ritratti, paesaggi, opere devozionali, sacre e simboliche.
Carlo Bernardi è un pittore 'sincero' che occupa un posto a se nel panorama trentino.
La sua pittura non è mai disgiunta dai suoi sentimenti umani, civili e religiosi. Pur avvicinandosi alle correnti artistiche del Novecento, non si è incanalato in una corrente ben precisa.
Egli vuole rimanere ‘solitario’ e non subire alcun richiamo artistico, preferendo impegnarsi in un percorso personale, graduale, originale, maturato e meditato nel corso degli anni. È interprete del paesaggio trentino che descrive gli elementi naturali, senza soffermarsi mai sul particolare.
È anche ritrattista che, con abili tocchi di polpastrello, crea le sfumature del volto e dei contorni.
Mi auguro che Carlo Bernardi venga valorizzato, perché è un artista che merita di essere conosciuto da un pubblico più vasto, sia in Italia che all’Estero.

Comunque, grazie Valentina per avermelo fatto ‘conoscere’.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Questo pittore non lo conoscevo, anche se sono trentino. Approfondirò la ricerca.Grazie.
Ciao, Paolo

"Un tocco di Rosa" ha detto...

Ciao Stefano, grazie Per aver visitato il mio blog, per i tuoi complimenti e per esserti aggiunto tra i lettori fissi. Idem :-).
ho giá dato un occhiatina al tuo, devo dire di essere contenta di averlo scoperto. le tue tematiche colpiscono molto positivamente la mia sensibilitá artistica anche se non praticante, ma amo tutto quello che é fatto con il cuore,con sentimento, con passione e con molta fantasia artistica. Spero a presto. ciao

DIANA B ha detto...

Amo molto l'arte, ma devo dire che non conoscevo affatto questo artista, però cercherò di conoscerlo meglio perchè mi incuriosisce questo suo modo di dipinere. Bruna

Luca ha detto...

buongiorno, curiosando in internet alla ricerca di qualcosa su Carlo Bernardi, ho trovato questo spazio. Vorrei avere maggiori informazioni sul pittore Bernardi, in quanto penso di appartenere una sua opera originale, trovata casualmente in casa dei nonni durante un trasloco.
Prego contattarmi all indirizzo luca-giacobbe@hotmail.it