mercoledì 25 novembre 2009

Caravaggio riflesso nella caraffa del Bacco

Caravaggio riesce a far parlare di sé a quattro secoli di distanza.


L'avevo già notato a Firenze, ma ultimamente ho letto sui giornali che nel ritratto del giovane Bacco, realizzato nel 1596 e conservato nella Galleria degli Uffizi, c'è una caraffa, sotto a sinistra sul tavolo accanto al vassoio di frutta, dove nel vetro si intravede una figura umana in posizione eretta con un braccio sporgente in avanti.

Sono chiaramente distinguibili i lineamenti del volto, in particolare il naso e gli occhi, e il colletto. Una presenza misteriosa che - grazie a uno studio realizzato in occasione delle celebrazioni per il quadricentenario della morte, nel 2010 - potrebbe essere finalmente svelata.

Secondo gli studiosi sarebbe un autoritratto del pittore. La scoperta sarà illustrata dal Comitato per il IV centenario, in occasione della presentazione del libro «Nuove scoperte sul Caravaggio» edito dalla Fondazione Roberto Longhi.

Da tempo si pensava che il volto di Michelangiolo Merisi fosse "nascosto" nel dipinto, ma nessuno l'aveva mai documentato. Poi l'intuizione, durante l'analisi condotta da Art-Test con strumenti all'avanguardia nel mondo: la ricercatrice Roberta Lapucci ha percepito «la presenza di una testina nella caraffa».

Sembra proprio di vedere un giovanissimo Caravaggio (all'epoca aveva 25 anni), che crea con il pennello in mano».

Andate a vederlo se vi capita di passare da Firenze.

4 commenti:

Paola ha detto...

Che mega notizia!!!
Sono stata parecchie volte e sinceramente non l'ho notato... quando ripasserò a Firenze sicuramente ci farò una capatina... grazie dell'informazione
Ciao Stefano buona giornata... un abbraccio

stella ha detto...

Molto interessante, Stefano.
Io sto bene e tu?

DIANA B ha detto...

Mi pare avessi già sentito questa notizia. Sono toscana e appena avrò occasione d'andare a Firense, siccome sono molto curiosa e grande amante delle opere del Caravaggio, correrò a vedere questo fantastico Bacchino.
Ciao Bruna

Anonimo ha detto...

oh brunina...tu sei toscana ma un tu sai nemmeno come si scrive firenZe!!!! e questo è Bacco, il Bacchino malato è un altro quadro!!!
SVEGLIA!!!