lunedì 14 dicembre 2009

L'arte di scegliere bene i regali di Natale

Tra il 7 dicembre e il 6 gennaio si ha la ''grande stagione dei regali''. In questo periodo i negozi realizzano i due terzi del fatturato annuale.
La crisi non ha cancellato lo shopping in vista del Natale, semmai ha indotto tutti a una maggior riflessione sul valore degli acquisti.
Basta guardare le vie commerciali delle città. Tutti a guardare le vetrine con attenzione e con parsimonia, perchè la caccia è al regalo low cost.
Tendiamo a scegliere regali che non siano superflui. I libri e i vini restano al top, con un incremento delle vendite fra il 12 e il 15%.

Le origini di questo scambio generale di regali, si possono trovare tanto nel cristianesimo quanto tra i pagani.

Per trovare un regalo non c'è in realtà che l'imbarazzo della scelta.....
E' facilissimo fare un regalo. E' difficilissimo indovinarlo. Entrano in gioco, secondo me, parecchie considerazioni nell'arte di sceglierlo: la personalità del destinatario, la sua età, il suo modo di vivere, i suoi gusti. E ancora, il tempo di cui si dispone per girare nei negozi e la somma che si vuole spendere.
Insomma è un'arte in cui si mescolano immaginazione, humor e psicologia.
Quest'ultimo elemento è il più importante, poichè si può fare veramente piacere a qualcuno, solo scoprendo i suoi desideri segreti.

Non bisogna mai pensare soltanto alla solita ed egoistica esclamazione: "Glielo regalo perchè mi piace!" Ma è preferibile dire:"Glielo regalo perchè credo, veramente, che le piacerà!"
La difficoltà della scelta sta proprio in questa piccola sfumatura.

Da alcuni anni il gusto dei regali si è trasformato. Ciò che un tempo sembrava impensabile, ora è permesso. E' l'epoca della fantasia, della libertà e della personalizzazione. Finalmente!


Vi auguro di fare buoni acquisti.

1 commento:

mirkamelie ha detto...

Difficile destreggiarsi con i regali ma...io ci proverò!

http://benessere4u.opsonline.it/