mercoledì 17 febbraio 2010

Le Meridiane

Ho già parlato delle Meridiane. E' un argomento che mi ha sempre affascinato e nel giardino di campagna ne ho costruita una semplicissima in legno. Funziona bene e così non sono costretto a portarmi dietro l'orologio.



La meridiana, detta anche più correttamente orologio solare , è uno strumento di misurazione del tempo basato sul rilevamento della posizione del sole. Ha origini molto antiche e nella sua accezione più generale indica in massima parte gli orologi solari presenti sui muri degli edifici.




Con il nome di meridiana si dovrebbe intendere unicamente l'indicatore del passaggio del Sole a mezzogiorno.

L'ago della meridiana è lo stilo, detto gnomone; praticamente è l'asta che, tramite l'ombra proiettata sul quadrante dell'orologio stesso, permette l'indicazione dell'ora.

Andando in giro per qualunque città o paese è facile trovare qualche meridiana, soprattutto sulle facciate d'antiche chiese o di vecchi palazzi o castelli. Bisogna scoprirle con pazienza!


Gli orologi solari e le meridiane erano già conosciute nell'antico Egitto, e successivamente dai greci e dei romani. L'origine di questa scienza è tuttavia ancor più antica rispetto alla civiltà egizia e le prime testimonianze risalgono addirittura al Neolitico.

Il sole è stato il primo orologio dell'uomo.
Si racconta che Piazza San Pietro, a Roma, sia una gigantesca meridiana. Quando il grande obelisco (usato come gnomone), a mezzogiorno, traccia con la sua ombra una linea che corre sul selciato verso la fontana e arriva sotto la finestra del Papa, è l'ora dell'Angelus.
Non meravigliatevi se l'ora della meridiana che osservate è diversa dall'ora del vostro orologio da polso, perchè ognuna è stata costruita con regole matematiche locali, cioè in base alla latitudine, longitudine e all'azimuth, ovvero l'angolo tra il Polo Nord e il punto dell'orizzonte nord-sud della località stessa.


Provate anche voi a costruirla e mettetela nel vostro balcone o giardino, rivolta verso sud, come ho fatto io! (vedi foto sopra)

5 commenti:

Lindalov ha detto...

Ma che figata!
:-))

Melina ha detto...

com'è affascinante...

Stefano ha detto...

Grazie a Linda e a Melina.
Stefano

Un tocco di Rosa ha detto...

Come dici tu Stefano,quando si va a passeggio o si fa visita ad una cittá caratteristica antica, se apriamo gli occhi e gustiamo il mondo intorno a noi, ci accorgiamo di quanta cultura pittoresca e artigianale possano aver avuto in dono i nostri antenati. Anche io ho trá le mie foto preferite, una foto di un palazzo caratteristico di Norimberger, una cittá che risale al 1050. Tra gli scultori e i pittori della zona cito un solo nome per tutti: Albrecht Dürer, il cui celebre autoritratto è custodito nella Alte Pinacoteche di Monaco.
Non so se tu (come vedo nella foto del tuo post) come amante di meridiane ( orologi solari) tu abbia collezionato foto a riguardo,se così fosse ti lascio nel mio blog una, la mia foto della meridiana scattata a Norimberger come mio pensierino per te. A presto, ciao.

Un tocco di Rosa ha detto...

Caro amico ti scrivo.... per chiederti se hai preso la mia foto per te dal mio Blog, vedi messaggio su! cosí poi le levo da li. Buon fine settimana.