martedì 9 marzo 2010

Canederli allo Speck

Ieri sono stato a Bolzano per motivi personali. A mezzogiorno ne ho approfittato per pranzare in un ristorante di Sarentino, paesino dell'Alto Adige a circa 20 Km sopra Bolzano.
Ho salutato il mio amico Franz, proprietario e cuoco del ristorante, a cui ho chiesto di darmi la ricetta originale dei canederli o ''knòdel'' allo speck, che a me piacciono tantissimo con il sugo rosso.






La pubblico volentieri soprattutto per chi ancora non la conosce.

Ingredienti:

Speck 100 g ,Uova 2, Burro 30 g, Cipolle: 1 piccola, Farina 40 g , Latte 150 ml, Noce moscata: una spolverata, Pane raffermo 200 gr, Pepe: una spolverata, Prezzemolo 2 cucchiai

Preparazione

Mettete in una scodella il pane raffermo a piccoli cubetti, aggiungete le uova sbattute con un pizzico di pepe e uno di sale ed il latte, mescolate per bene e lasciate riposare per almeno due ore. Ricordarsi di mescolare di tanto in tanto il pane, facendo attenzione a voltare quello di sotto al di sopra, in modo che l'impasto assorba bene il liquido. Infatti il pane deve diventare umido e morbido ma senza spappolarsi.

Trascorse le due ore, tagliate finemente lo speck e la cipolla e preparate un soffritto in olio extravergine d'oliva ed il burro. Lasciate raffreddare il soffritto e, quando il pane sarà ammorbidito, incorporatelo insieme agli altri ingredienti: il prezzemolo tagliuzzato, la noce moscata, e infine cospargere sopra la farina.


Mescolate il tutto con cautela e per bene e coprite il recipiente per almeno mezz'ora per far si che tutti gli aromi dei vari ingredienti si fondano, dando origine al sapore tipico dei canederli.

Dopo mezz'ora formate con questo impasto i canederli che dovranno avere un diametro di circa 10 centimetri.

Per evitare che il composto si appiccichi troppo alle mani, bagnatele in una scodella d’acqua che terrete accanto, li si fanno rotolare su un piatto nella farina bianca e si tengono da parte.

Per la cottura, ricordiamo che i canederli vanno cotti nel brodo bollente tutti insieme, quindi preparate il vostro brodo di carne e metteteci dentro i canederli per circa 15 minuti.


Quando verranno a galla, i vostra canederli sono pronti. Serviteli in brodo o con burro fuso e salvia, oppure con sugo rosso e buon appetito.

I canederli sono un piatto da assaggiare almeno una volta nella vita, perchè racchiudono in se tutta la tradizione del Trentino Alto Adige.

7 commenti:

alessandra ingrid ha detto...

Sono cresciuta a Bolzano ed gli "Speckknödel" ovvero canederli li amo ...che bontà ! Se poi segue una fetta di strudel il pranzo è perfetto ! È presto ,ma mi è venuta una faaame !!!

Buona giornata,Stefano,ciao,un sorriso .

Un tocco di Rosa ha detto...

Somiglia ad un piatto squisitissimo di qui, Deutschland... sono i "Knödel!"
Uno squisitissimo saluto. Scappo al lavoro, ciao.

Stefano ha detto...

Carissima Alessandra Ingrid
prossimamente metterò la ricetta dello Strudel che fanno in Trentino Alto Adige e che tu conoscerai bene.
Ciao e buona giornata anche a te
Stefano

Stefano ha detto...

Cara Rosa,
è proprio un piatto di origine austriaca e tedesca. Grazie per essere passata dal mio blog.
Ciao, Stefano

Marzia ha detto...

grazie x questa ricetta,Stefano,la provero certamente,già sento l'acquolina in bocca...
ps.anandamay è Marzia

Stefano ha detto...

Ciao anandamay-Marzia
Mi fa piacere che questa ricetta ti sia piaciuta.
Ciao, Stefano

Blogger ha detto...

ClixSense is the best get-paid-to website.