venerdì 26 marzo 2010

Giornata FAI di Primavera

Un grande spettacolo di arte e bellezza dedicato a tutti coloro che hanno a cuore il patrimonio artistico e naturalistico italiano. E ambientato in centinaia di siti particolari, spesso inaccessibili ed eccezionalmente a disposizione del pubblico, 590 in tutte le Regioni.

Sabato 27 e domenica 28 marzo 2010 avrà luogo la diciottesima edizione della Giornata FAI di Primavera, una grande festa popolare che dalla sua prima edizione a oggi ha coinvolto più di 5.000.000 di italiani.

Ecco degli esempi tra i beni che verranno aperti al pubblico in alcune città:

A Roma l'eccezionale apertura di Palazzo Chigi, uno dei più prestigiosi palazzi romani, dal 1961 sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri: in occasione della Giornata FAI sarà straordinariamente possibile visitare alcune delle sale più sontuose e importanti del piano nobile - come la Galleria Deti, studio del Presidente del Consiglio, e la Biblioteca Chigiana.

A Milano saranno aperte eccezionalmente alcune sale della Biblioteca Braidense, parte del progetto illuminista voluto dall'imperatrice Maria Teresa d'Austria dopo la confisca ai Gesuiti del Palazzo di Brera.

A Firenze per la prima volta verrà aperto al pubblico il Palazzo della Banca d'Italia, costruito tra il 1865 e il 1869, quando la città toscana era capitale d'Italia.

A Casignana (RC) si potranno vedere gli splendidi mosaici della Villa Romana che si estende su una superficie di oltre 7.000 metri quadrati.

A Siracusa si andrà alla scoperta di una zona misteriosa dell'Ortigia e si potranno visitare due chiese chiuse da decenni, la Chiesa di San Filippo Apostolo e quella di San Francesco di Paola, oltre a un percorso ipogeico chiuso dal 1943.

A Venezia il complesso della Misericordia con la Scuola Grande – salone destinato alle riunioni dei confratelli affrescato da Paolo Veronese -, la Scuola Vecchia e l'Abbazia.

A Napoli il Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella, parte integrante del centro antico della città e diretto in passato da artisti come Donizetti e Cilea, che custodisce antichi manoscritti autografi, edizioni musicali del XVI secolo, raccolte di libretti.

Per gli iscritti al FAI o per chi si iscriverà durante le Giornate, orari di visita esclusivi e corsie preferenziali e, tra le aperture riservate speciali, visita dell'appartamento di Giuseppe Verdi al Grand Hotel Et de Milan a Milano.

Anche quest'anno il FAI propone in tutta Italia curiosità e itinerari culturali: aree archeologiche, percorsi naturalistici, borghi, giardini, chiese, musei, che per due giorni saranno a disposizione di tutti i cittadini che desiderino visitarli, oltre a escursioni e biciclettate. Circa il 40% dei beni aperti sono fruibili da persone con disabilità fisica.

La Giornata FAI di Primavera, arrivata alla sua diciottesima edizione, è l'occasione per avvicinare gli italiani alla causa della Fondazione e per sostenerne l'attività attraverso l'iscrizione o con una donazione.
Inoltre il FAI lancia un concorso dedicato a tutti gli amanti della scrittura, dilettanti e non.
Inviando un pensiero d’affetto per l’arte e la natura italiane si possono vincere fantastici premi!
Manda il tuo pensiero compilando la form che trovi alla pagina: http://www.giornatafai.it/Concorso.htm e iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter fino al 31 marzo e potrai volare a Parigi, Londra, Barcellona, Madrid o Berlino!

Oppure iscriviti al FAI e, se il tuo pensiero sarà il migliore tra tutti quelli arrivati, avrai diritto ad un biglietto per New York, una delle città più belle del mondo, ricca di testimonianze d’arte e musei indimenticabili!

Per partecipare o per ulteriori informazioni vai su http://www.giornatafai.it/

4 commenti:

lella ha detto...

grazie per le informazioni preziose di questo post e grazie x il commento che mi hai lasciato.Mi fa sempre molto piacere sentirti......:-))
Lella

Un tocco di Rosa ha detto...

Questo è uno dei periodi più significativo per gli italiani e per L´Italia stessa, e questo é uno dei periodi in cui io ho più nostalgia del solito dell`Italia, mi manca moltissimo, :(

Ti auguro per domani, una serenissima e lieta Domenica della Palme ! ciao.

Stefano ha detto...

Grazie Rosa.
Mi dispiace per la tua nostalgia.
Spero che d'estate verrai in Italia.
Buona Domenica anche a te.
Stefano

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Come ho già scritto in un altro blog su un post che illustrava questa iniziativa,l'Italia è uno dei paesi più ricchi di storia del mondo e bisogna riscoprire anche i piccoli centri;comunque le iniziative culturali sono sempre le benvenute.Ti auguro un buon fine settimana,saluti a presto