sabato 1 maggio 2010

Per i pic-nic di Maggio




Per fortuna, prima o poi, “lei”  (la torta salata) salta sempre fuori dal cesto di vimini durante un pic-nic.
Ieri riservata alle merende, poi ammessa ai pranzi in piedi, oggi diventata piatto unico quanto mai gradito, la torta salata si pone senza problemi come una vittoriosa alternativa agli amatissimi spaghetti. Non una, ma decine di torte salate. Con il guscio di pasta brisée o di pasta sfoglia o di pasta di pane, perfino di panbrioche. In versione chiusa e segreta, col ripieno nascosto dietro una grata, o anche in bella vista. Con le verdure dell’orto insaporite nei modi più golosi, con i formaggi e i salumi amalgamati con le uova o il velluto della panna o di leggere besciamelle.

Ecco, allora essendo primavera inoltrata, Vi consiglio una ricetta di torta salata semplice ma davvero squisita. Non resta che “leggerla”, metterla al forno e mangiarla.
Ingredienti per 6 persone: 300 g di pasta brisée. Per il ripieno: 200 g di mozzarella, 150 g di prosciutto cotto, 100 g di mortadella, 40 g di pecorino dolce grattugiato, 3 uova, panna, sale.

Procedimento:
Preriscaldate il forno a 190°. Nel frattempo, stendete la pasta a disco, adagiatelo in una teglia foderata con l’apposita carta, lasciandola fuoriuscire di un centimetro dal bordo. Preparate il ripieno: in una ciotola battete le uova, mescolatele con due cucchiai di panna il pecorino, la mozzarella a dadini, il prosciutto e la mortadella a quadretti, regolate il sale. Distribuite il ripieno sul fondo della brisée, ripiegate all’interno la pasta che fuoriesce dal bordo, schiacciatela sul ripieno con una forchetta formando un bordino. Cuocete in forno per 30 minuti. Ritirate e dopo alcuni minuti è pronta. Consiglio di accompagnarla con un vino bianco.

Buon pic-nic a tutti per il week end del Primo Maggio!

2 commenti:

lore ha detto...

ciaoooooo...io la faccio con la pasta sfoglia...non metto le uova..ma aggiungo capperi accighe qualche fettina di pomodoro e una spolverata di origano ...e una buona compagnia con cui gustarla ...e il vino dei miei colli
buona domenicaaaaaaaa

Stefano ha detto...

Cara Loredana
La torta salata si può fare in tanti modi.
Questa che ho descritto me la preparava la mia mamma. Il vino da accompagnare è a piacere, bianco o rosso della propria zona.
Abbracci. Stefano