mercoledì 7 dicembre 2011

Milano, Basilica di Sant'Ambrogio

Il 7 dicembre è la ricorrenza del patrono della città di Milano, ovvero Sant'Ambrogio.
Conosciuto anche come Ambrogio di Milano, assieme a San Carlo Borromeo e San Galdino, fu vescovo dal 374 fino alla sua morte e nella quale è presente la basilica a lui dedicata che ne conserva le spoglie.




Aurelio Ambrogio, meglio conosciuto come Sant'Ambrogio, oltre ad essere vescovo, scrittore e uomo politico, fu una delle personalità più importanti nella Chiesa del IV secolo d.C.
È venerato come santo anche da tutte le Chiese cristiane che prevedono il culto dei santi; in particolare, la Chiesa cattolica lo annovera tra i quattro massimi Dottori della Chiesa, insieme a san Girolamo,sant'Agostino e san Gregorio I papa.
Nacque forse nel 339-340 a Treviri (Gallia), dove il padre era prefetto del pretorio, frequentò le migliori scuole di Roma, partecipando poi alla vita pubblica della città e ricevendo un'educazione classica, in diritto, letteratura e retorica. Nel 370 giunse a Milano come governatore dell'Italia settentrionale, dove divenne una figura di rilievo nella corte dell'imperatore Valentiniano I. La sua abilità di funzionario nel dirimere pacificamente i forti contrasti tra ariani e cattolici gli valse un largo apprezzamento da parte delle due fazioni.

L'operato di Sant'Ambrogio a Milano ha lasciato segni profondi nella diocesi e nella città.
Il rito ambrosiano è un rito liturgico adottato dalla Diocesi di Milano, che si distingue da quello utilizzato nel resto dell'Occidente, detto invece rito romano.
In origine aveva una diffusione molto vasta, su tutto il nord d'Italia fino a sud di Bologna. Nel corso della storia molte comunità anticamente di rito ambrosiano sono passate al rito romano.
Il rito ambrosiano è attualmente seguito nella maggior parte della diocesi di Milano, tranne in alcune città.
Con questa ricorrenza inizia la ''fiera degli Oh bej! Oh bej'', che è il mercatino tipico milanese.
Si tiene generalmente dal 7 dicembre, giorno del santo patrono della città, fino alla domenica immediatamente successiva. E' in assoluto il mercatino più visitato dell’anno.

Nel giorno di S. Ambrogio si apre, come sempre, la stagione lirica del Teatro alla Scala con la Prima serata d'apertura. Quest'anno in cartellone ci sarà il ' Don Giovanni di Mozart '.

Inoltre quest'anno, alcuni Milanesi ne approfittano del lungo ponte di Sant'Ambrogio e dell'Immacolata, per andare in montagna a sciare (c'è neve?), oppure chi rimane in città, và alla Grande Fiera del Artigianato a Rho/Pero.

4 commenti:

Vito ha detto...

Domani, essendo festa dell'Immacolata, partirò da Bari verso Milano ed andrò a visitare anche la chiesa di S.Ambrogio.
Noi abbiamo festeggiato S.Nicola un giorno prima di voi.
Ciao

Stefano ha detto...

Caro Vito
E' una delle più belle chiese di Milano. Ne vale la pena visitarla!
Ciao

Giovanna ha detto...

Nel giorno di S.Ambrogio ho seguito finalmente in diretta dalla Scala il Don Giovanni di Mozart. Molto originale!
Saluti da Giovanna

Stefano ha detto...

Ciao Giovanna
E'vero è stato molto bello ed anche moderno! Ricambio i saluti