venerdì 8 aprile 2011

Il lago di carta

La settimana scorsa sono andato a visitare un'importante mostra di cartografia antica presso le sale del Museo (alla Rocca) di Riva del Garda.

Il lago di carta infatti è una rappresentazione cartografica del territorio gardesano, un progetto realizzato grazie alla stretta collaborazione tra il MAG Museo Alto Garda e il Dipartimento di Lettere, Filosofia e Beni culturali dell'Università di Trento.


Mappa del Lago di Garda del 1702

Il percorso espositivo, che raccoglie carte e mappe antiche provenienti da diversi archivi e musei nazionali, propone un itinerario lungo il lago di Garda a ritroso nel tempo. Immagini delle campagne, dei piccoli insediamenti e dei corsi d'acqua che si affacciano sul Lago, scorci e immagini di un paesaggio e di un territorio antico che ha affascinato e continua a richiamare viaggiatori di ogni tempo, ci sono restituiti oggi da una fonte del tutto eccezionale come la cartografia storica.


Mappa dl Riva e dintorni del 1703

Attraverso una sessantina di preziosi documenti, che spaziano dal XIV al XIX secolo e a cui si aggiungono diversi strumenti tecnici appartenenti a epoche diverse, si intende portare l'attenzione sull'evoluzione delle tecniche e della capacità rappresentativa, sui motivi della scelta dei soggetti, sui contesti e gli ambiti di produzione e sulle figure di grandi cartografi. La mostra ha anche un altro intento fondamentale che è quello di riuscire ad accendere l'interesse sulla cartografia storica come odierno strumento progettuale.

A corredo della mostra sono esposte anche le fotografie scattate da P. L. Faggion nel suo Itinerario fotografico sul Garda.
Questa interessante mostra durerà fino al 26 giugno 2011.

4 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Si tratta di una delle mie grandi passioni!

Stefano ha detto...

Adriano
Anche a me piacciono. Ultimamente ho visto a Venezia un'altra mostra di cartografia, in cui c'erano carte disegnate dal Piranesi e da altri grandi Cartografi.
Grazie e ciao. Stefano

Ambra ha detto...

Un "servizio" per i lettori eccezionale, il tuo. Andrò a vedere "Gli occhi del Caravaggio" di cui avevo già sentito parlare.

Moderne rivoluzioni ha detto...

Particolare ed interessante il tuo blog! Continuerò a seguirlo con attenzione!
Silvana Planeta