martedì 19 aprile 2011

La montagna di sale


In questi giorni, chi è passato per caso a Milano tra Piazza Duomo e la Piazzetta Reale, ha visto una montagna di sale dove spuntano alcuni cavalli o le loro teste. Ebbene non spaventatevi, è un'opera d'arte di Mimmo Paladino, esponente della Transavanguardia.
Infatti l'installazione  della Montagna bianca preannuncia la personale di Mimmo Paladino all'interno delle sale del piano nobile di Palazzo Reale sino al 10 luglio 2011.

In un percorso di 50 opere, databili dagli anni Settanta ai nostri giorni, sono messi in risalto i momenti cardine della storia artistica di questo uomo-simbolo della Transavanguardia, il movimento che Achille Bonito Oliva definì come ''la risposta in termini contestuali alla catastrofe generalizzata della storia e della cultura''.

Nelle sale della mostra ci sono le famose teste-elmi che contraddistinguono l'alfabeto dell'artista, le tele "incornate" da rami reali, le sfere, gli idoli, mani, gambe, piedi, gli inconfondibili segni grafici "paladiani" e una serie di simboli arcaici e primitivi.



Una parete - come la montagna di sale, cavalli- raccoglie uomini a pezzi e introduce a una sala dove giacciono sul pavimento 32 Dormienti cullati dalla composizione di David Monacchi ''Notte in mutazione''.
Si tratta di una partitura di versi discreti di insetti raccolti nel centro Italia, nelle foreste equatoriali amazzonica e centroafricana che descrivono un paesaggio sonoro interrotto da musica sacra dell'XI secolo e suoni minimali.


È qui che l'immaginario mitico e arcaico di Paladino si rivela in tutta la sua magia. E' da vedere!

5 commenti:

Luigi ha detto...

originale!!!

Spero che poi il sale (se davvero di sale si tratta) venga riciclato

Stefano ha detto...

Caro Luigi
Il sale è vero perchè ho visto che si scioglieva, ma sotto c'è solo un piccolo strato. Da quello che ho potuto capire hanno costruito sotto il sale una struttura in legno a forma di piramide. Credo....!!!
Ciao e buona giornata. Stefano

Adriano Maini ha detto...

Quando Milano vuol tornare ad essere all'avanguardia!

Stefano ha detto...

Caro Adriano
Attualmente a Milano c'è un fermento di egregie iniziative, in attesa dell'Expò del 2015.
Saluti e buone feste di Pasqua
Stefano

lella ha detto...

pazzesco!non lo sapevo.
In effetti è da Natale che non vado a Milano,ma di solito quando ci sono novità interessanti ne sono a conoscenza.
Fino a quando starà lì?
Adesso devo andar via ma quando torno corro a vederla.
grazie e felice Pasqua
un abbraccio
Lella