giovedì 24 maggio 2012

A spasso tra mille fiori alpini



Domenica scorsa mi sono trovato sul Monte Bondone, sopra Trento, assieme ad alcuni amici trentini, a passeggiare in mezzo a tanti fiori, nel Giardino Botanico Alpino delle Viote.
Mi hanno detto che ci sono più di mille specie di piante alpine d'alta quota, un tripudio di fiori che sbocciano a seconda della stagione.Questo Giardino è uno dei più antichi e più grandi delle Alpi.

Fondato verso la fine degli anni Trenta, per promuovere la conoscenza e la salvaguardia della flora alpina, il Giardino botanico Alpino delle Viote del Monte Bondone è uno dei più grandi delle Alpi.
Oggi ospita, come ho già detto, oltre mille specie di piante alpine, in particolare piante officinali e in via di estinzione, raggruppate secondo i grandi areali di origine, ad esempio nel complesso Euroasiatico si trovano specie dei Pirenei, delle Alpi, dell'Appennino, dei Balcani, dei Carpazi, del Caucaso ed entità comuni ai due continenti.
I semi delle piante a rischio di estinzione vengono raccolti per formare una collezione (seed bank) a disposizione della rete internazionale dei giardini botanici.

Il Giardino è sezione territoriale del Museo delle Scienze di Trento. Durante il periodo estivo è animato da attività a tema dedicate a tutte le fasce di età.
Esso si trova in località Viotte nel Monte Bondone, a 1540m s.l.m, a dieci Km. da Trento.
Visitarlo rappresenta quindi un'occasione per vivere un contatto diretto con la natura, con i fiori e con le piante che, a seconda del periodo, si presentano nelle loro forme e colori più sorprendenti.
Se per caso vi trovate da quelle parti, andate a visitarlo!

4 commenti:

Ambra ha detto...

Una visita splendida. I fiori e le piante alpine mi sono sempre piaciuti moltissimo, non sono prorompenti come i fiori di pianura dai colori sgargianti, ma sono discreti e delicati, bellissimi.

Krilù ha detto...

Non ho mai avuto occasione di andare sul Monte Bondone ma mi è nota la grande varietà dei suoi fiori alpini.
Una visita, per chi può andarci, sarebbe d'uopo.

Stefano ha detto...

Cara Ambra
in questo periodo ci sono veramente tanti fiori rari.
Ho letto il reportage della festa dei blogger. Mi dispiace non esserci stato. Ciao

Stefano ha detto...

Cara Krilù
oltre al Monte Bondone,ti consiglio di visitare, quando potrai, anche i fiori e le piante rare del Monte Baldo. Io li ho visitati perchè vado spesso in Trentino a trovare mia suocera (92 anni). Cari saluti, Stefano