lunedì 4 giugno 2012

Viaggio nella costiera Amalfitana




Penso che andare nella costiera Amalfitana sia il sogno di tutti quelli che non l'hanno mai
vista ma che ne hanno sentito parlare.
Proprio ieri sono tornato da quella bellissima zona dopo una settimana di permanenza,
non perchè non la conoscessi, ma per accontentare mia moglie che non l'aveva mai visitata.

 
Arrivati a Napoli, ci siamo spostati  nella penisola Sorrentina e precisamente a
Sorrento, prima tappa. Poi negli altri giorni a seguire abbiamo visitato Positano, Amalfi,
Vietri sul mare ed altri paesini.

La costiera amalfitana è il tratto di costa, situato a sud della penisola sorrentina, che si affaccia sul golfo di Salerno; è delimitato ad ovest da Positano e ad est da Vietri sul Mare. È un tratto di costa famoso in tutto il mondo per la sua bellezza naturalistica, sede di importanti insediamenti turistici. Considerato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO prende il nome dalla città di Amalfi, nucleo centrale della Costiera non solo geograficamente, ma anche storicamente. La costiera amalfitana è nota per la sua eterogeneità: ognuno dei paesi della Costiera ha il proprio carattere e le proprie tradizioni. E' nota anche per alcuni prodotti tipici, come il limoncello, liquore ottenuto dai limoni della zona (sfusato amalfitano), le alici e le conserve di pesce prodotte a Cetara, e le ceramiche realizzate e dipinte a mano a Vietri.
In lontananza si vede l'isola di Capri; non siamo andati perchè il giorno che avevamo
deciso di visitarla, pioveva forte. Ecco in sintesi le cittadine visitate:
Sorrento, dove nacque Torquato Tasso,
con chiese e musei interessanti.





Amalfi, con il Duomo ed il suo chiostro
 (Chiostro paradiso)
 



Atrani, con le chiese di San Salvatore del Birecto e di Santa Maria Maddalena;

 
Cetara, il paese della colatura di alici;

 
Conca dei Marini, con la sua Grotta dello Smeraldo di rara bellezza, la Chiesa Patronale di San Giovanni Battista

 
Maiori, con la Collegiata di Santa Maria a mare ed il Castello di San Nicola de Thoro Plano
Minori con la Basilica di Santa Trofimena e la Villa romana


 
Positano, con la Chiesa dell'Assunta
ed il suggestivo centro storico


Praiano, con le chiese di San Luca e San Gennaro ed i relativi Belvedere;

 
Ravello, la città della musica con il suo Duomo e le prestigiose Villa Cimbrone e Villa Rufolo;

 
Scala, il paese più antico della Costiera Amalfitana.

 
Vietri sul Mare, nota in tutto il mondo per l'antica tradizione di lavorazione della ceramica e la sua frazione Albori che fa parte del club I borghi più belli d'Italia.

7 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Un post che suscita una sfrenata voglia di viaggiare verso quegli incantevoli luoghi!

Sandra M. ha detto...

Manco da un po'...mi fa bene tanta bellezza, oggi.

Stefano ha detto...

Caro Adriano
Appena puoi, vai a visitarli, te li consiglio- Veramente belli.
Ciao

Stefano ha detto...

Cara Sandra
So bene che hai bisogno di tanta bellezza. Vedrai che tutto passerà e così potrai andare a rivisitarli.
Tu come stai? Ti abbraccio

M.Rosa ha detto...

Bellissimi posti, devo tornarci
Ciao, M.Rosa

Stefano ha detto...

Cara M. Rosa
Anch'io quella zona la conoscevo,
ma ci sono tornato volentieri,ache perchè ho scoperto nuovi posti che non ricordavo di averli visti.
Grazie per essere passata. Ciao

Francesca ha detto...

La Costiera è un anfiteatro naturale di rocce, profumi e suggestioni, un’oasi di pace dove scorre una vita, anche mondana, molto intensa. La Costiera Amalfitana, terra dal sapore di mare, limoni, boschi e montagne, terra di storia antica, di popoli e genti che hanno lasciato il segno del loro passaggio, è sinonimo di bellezza e divertimento, di ricchezze paesaggistiche e di glamour. Se volete scoprirne i colori, i profumi e le curiosità date un'occhiata a http://www.thatsamalfi.it