martedì 9 ottobre 2012

Ti auguro tempo!


Consentitemi di farvi conoscere una breve poesia, che ritagliai molto tempo fa, non ricordo quando, da una rivista per alcune riflessioni. Penso possano aiutarci a vivere serenamente. Specialmente in questi tempi!
La poesia è attribuita a Elli Mitchler, ma viene riportata anche come poesia indiana dei Sioux, che un tempo veniva anche cantata. Ecco cosa dice:

''Non ti auguro un dono qualsiasi,
Ti auguro soltanto quello che... i più non hanno.
Ti auguro tempo, per divertirti e ridere;
se lo impiegherai bene, potrai ricavarne qualcosa.
Ti auguro tempo, per il tuo Fare e il tuo Pensare,
non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri.
Ti auguro tempo, non per affrettarti e correre,
ma il tempo per essere contento.
Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
ti auguro tempo perchè te ne resti:
tempo per stupirti  e tempo per fidarti
e non soltanto per guardarlo sull'orologio.
Ti auguro tempo per contare le stelle
e tempo per crescere, per maturare.
Ti auguro tempo, per sperare nuovamente e per amare
non ha più senso rimandare.
Ti auguro tempo per trovare te stesso,
per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono.
Ti auguro tempo anche per perdonare.
Ti auguro di avere tempo,
tempo per la vita.''

6 commenti:

DIANA. BRUNA ha detto...

Che bei pensieri!!!
Non si deve lasciare scorrere il tempo inutilmente...ogni attimo puo' regalare qualcosa di nuovo ed anche se ci possono essere momenti non sempre belli, dobbiamo pensare che il domani puo' essere migliore.
Ciao
Bruna

Adriano Maini ha detto...

Il fascino arcano dei nativi nord-americani!

Stefano ha detto...

Bruna, Bellissime parole hai detto!!! Grazie per essere passata.
Ciao

Stefano ha detto...

Caro Adriano, hai ragione!
Gli indiani d'America sono stati sempre molto misteriosi, e quando scopri il loro mondo te ne accorgi che le loro storie sono piene di grande fascino. Ciao

Krilù ha detto...

Qualunque ne sia l'origine o l'autore è un pensiero molto profondo ed apprezzabile che merita di essere conosciuto.

Stefano ha detto...

Cara Krilù
hai visto che sono tornato?
Grazie per la tua riflessione.Questa poesia, come tu dici, merita di essere conosciuta!
Ciao