giovedì 31 gennaio 2013

'' Ciao''

 ''Ciao'', come tutti sanno, è un' interiezione della lingua italiana e si usa come saluto amichevole e confidenziale, sia nell' incontrarsi che nel lasciarsi. Originaria dell'Italia Settentrionale e più precisamente deriva dal dialetto veneziano, che vuol dire ''(s)cia(v)o'' o ''Schiavo'' (nel senso: sono vostro schiavo), come segnale di rispetto. Ormai è diventata una parola diffusissima anche altrove.

Ho trovato per caso una bella poesia sul ''Ciao'', scritta da Don Antonio Mazzi, della Fondazione Exodus. La propongo perchè mi sembra molto bella ed interessante:

Il ciao è leggero come un bacio
Il ciao è dolce come un cioccolatino
Il ciao è fraterno come un abbraccio
Il ciao è travolgente come un sorriso.

Il ciao è tutto
Il ciao è niente
Il ciao è italiano
Il ciao è universale
Il ciao è familiare

Il ciao è maschile
Il ciao è femminile
Il ciao è singolare
Il ciao è plurale

Il ciao è laico
Il ciao è religioso.

Il ciao lo voglio scritto
sulla mia tomba
perchè dice, con quattro lettere,
chi sono, cosa ho fatto e cosa farò.
Signore, Ciao!

5 commenti:

Maria Cristina ha detto...

Poesia bella ed veramente originale.
Ciao Stefano.

Stefano ha detto...

Grazie Maria Cristina!
Molto bella! Ciao.

Ambra ha detto...

Appunto "ciao" Stefano. Sono passata a lasciarti un saluto.

Stefano ha detto...

Grazie Ambra
Ciao anche a te!
Buona settimana.

Stefano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.