giovedì 7 febbraio 2013

Il Castello di Avio


Tutte le volte che vado in Trentino, percorrendo l'Autostrada A22 ovvero quella del Brennero, venendo da Milano e andando da Verona a Trento, guardando a sinistra mi appare adagiato lungo il pendio di una collina alle spalle del Monte Baldo, il maestoso e suggestivo Castello di Sabbionara d'Avio che domina la bassa Val Lagarina, percorsa dal fiume Adige. 


Ormai già da lontano lo riconosco in tutti i suoi apetti, perchè l'ho visitato parecchie volte sia in qualità di iscritto al FAI che come Volontario. Infatti il Castello nel 1977 è stato donato dalla famiglia Castelbarco Pindemonte Rezzonico al FAI - Fondazione Ambiente Italiano, conservando per sè il diritto di abitarne una piccola parte.
Il grande complesso castellano è ancora apprezzabile nella struttura medioevale, con la ponderosa cinta muraria, le cinque torri, il Palazzo Baronale del XIV secolo.
Al centro del grande recinto si trova la Casa delle Guardie decorata da affreschi trecenteschi con vivaci scene della vita di caserma e una tumultuosa battaglia, mentre nel Mastio c'è la Stanza dell'Amore con affreschi trecenteschi di gusto cortese.                                        

Stanza dell'Amore
Casa delle Guardie












Al Castello, che è sempre aperto (escluso il lunedì), si arriva percorrendo, come ho già detto prima, l'Autostrada A22 del Brennero, uscita casello Ala-Avio e poi seguire i cartelli indicatori.
Fidatevi, è degno di una visita anche veloce!

6 commenti:

Ambra ha detto...

Si, è davvero maestoso. L'ho visto anch'io diverse volte percorrendo quella autostrada. Sempre mi è rimasta la voglia di visitarlo, di vederlo da vicino, ma poi non ci sono mai riuscita.
Non è detto che non decida un giorno di prendere l'auto e andare apposta a vederlo.

Krilù ha detto...

Anch'io andando per anni in Alto Adige, l'ho sempre notato dall'autostrada, ma purtroppo non ho mai avuto la felice ispirazione di sostare per una visita. Un vero peccato perché ora non ne avrò più l'occasione.

Stefano ha detto...

Ciao Ambra
Se ti capita passare, esci dall'autostrada e vai a visitarlo.
Perderai 1 ora, ma ne vale la pena!
Un abbraccio

Stefano ha detto...

Cara Krilù
non è detto che un giorno ti capiterà l'occasione di ritornare in Alto Adige o in Trentino!
Allora ti fermerai ad Avio per visitarlo.Ciao.
Un caro saluto

Alberto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alberto ha detto...

Per evitare di salire a vuoto vi informo che è chiuso anche il martedì (tranne in agosto) e che quest'anno riaprirà il 2 marzo (sabato). Per Pasquetta la straordinaria possibilità di effettuare il pic-nic anche all'interno del percorso di visita (cosa vietata durante l'anno)