mercoledì 10 aprile 2013

Il Castello di Fenis

Domenica scorsa sono andato in Val d'Aosta a visitare il Castello di Fenis. L'ho sempre visto da lontano passando dall'Autostrada.
Fénis è un paesino a 13 Km da Aosta, il capoluogo della Regione. Si trova alla destra orografica della Dora Baltea.

Il castello di Fénis è uno dei più rinomati e scenografici castelli italiani. La sua fama è dovuta, oltre che alla sua straordinaria bellezza, all'elevato numero di massicce torri quadrate o cilindriche.


La complessità architettonica fa si che, visto da media distanza, si abbia l'impressione di guardare un castello ''fiabesco''.
Divenuto il simbolo dell'architettura medioevale, è oggi una delle più importanti attrazioni turistiche della Val d'Aosta.

Diversamente da altri manieri della regione, quali Verrès e Ussel, costruiti in cima a promontori rocciosi per essere meglio difendibili, il Castello di Fénis si trova in un punto del tutto privo di difese naturali. Questo porta a pensare che la sua funzione fosse soprattutto di prestigiosa sede della famiglia Challant-Fénis e che anche la doppia cinta muraria servisse soprattutto per intimidire e stupire la popolazione.
Sorto nell'XI secolo, ma riedificato nella prima metà del '300 e poi varie volte rimaneggiato, è a pianta trapezoidale e possiede i caratteri propri della fortezza medievale.

All'interno sono da vedere alcune stanze affrescate, alcuni mobili rifatti, la Chiesetta ed il Cortile affrescato con una bella scalinata a 9 gradini.


Fénis è una meta obbligata per i turisti italiani e stranieri e gli amanti del trekking in montagna: sarebbe un peccato lasciare la Valle d’Aosta senza aver visitato il Castello.

Facile da raggiungere, basta uscire al casello di Nus (dopo quello di St. Vincent), verso Aosta,venendo da Milano o Torino.

6 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Superbamente bello! E quale affascinante storia!

Stefano ha detto...

Si, caro Adriano
E' il più bello in assoluto, secondo me. Ciao

Krilù ha detto...

L'ho visitato alcuni anni or sono e ne conservo anch'io un bellissimo ricordo.

Stefano ha detto...

Ciao Krilù, come stai?
Anche a me è piaciuto moltissimo!
Un caro saluto a te e a tuo marito

Ambra ha detto...

Cia Stefano, eccomi di ritorno.
Si, veramente bello e affascinante.

Stefano ha detto...

Ciao Ambra
sono contento che sei tornata!
Verrò nel tuo blog a leggere il tuo diario di viaggio.
Un abbraccio