mercoledì 23 ottobre 2013

SEMPLICI E BREVI RISATE





***

Due cacciatori si sono recati in Africa per un safari e hanno montato le loro tende a poca distanza l'una dall'altra. Al tramonto del giorno seguente, i due cacciatori si ritrovano dopo la caccia:

- Oggi ho abbattuto due leoni e una gazzella! - dice il primo cacciatore.

- E io ho abbattuto cinque Nosbari - dice il secondo.

Il primo cacciatore, ignorando cosa siano i Nosbari e non volendo fare una brutta figura, si ritira nella sua tenda.
Ma il secondo giorno si ripete la stessa storia: quando il primo cacciatore racconta che cosa è riuscito a prendere, l'altro cacciatore annuncia solennemente di aver eliminato un numero impressionante di Nosbari e così via per molti giorni ancora. A un certo punto, il primo cacciatore, curioso, chiede spiegazioni e l''altro risponde:

- Sono degli esserini neri molto piccoli, con una minuscola testa sulle spalle e delle gambe e delle
  braccia cortissime che, quando punto loro contro il fucile, corrono verso di me gridando:''No     sbari, no sbari''.


***

Un vecchietto si è innamorato di una ragazza molto giovane.

Una sera, dopo averla invitata a cena in un bel ristorante, chiede la sua mano:

- Signorina, accetterebbe di diventare la mia vedova?


***

Un Conferenziere, dopo aver parlato per quasi un'ora, interrompe la lettura del suo testo e dice:

- Se i signori delle ultime file facessero silenzio e leggessero il giornale,  come chi è seduto nelle     file di mezzo, quelli delle prime file potrebbero dormire senza essere disturbati...

2 commenti:

Ambra ha detto...

Si davvero divertenti, soprattutto quella del vecchietto innamorato. Ciao Stefano.

Stefano ha detto...

Grazie Ambra, A presto. Ciao