giovedì 12 novembre 2015

Il ''Liberty'' da scoprire a Milano

Passeggiando nel centro di Milano ed alzando gli occhi verso i palazzi, ti accorgi che alcune facciate hanno uno stile originale e piacevole ''il così detto Stile Liberty''.
Più che una identità architettonica, fu un segno  decorativo individualista, adottato dalla Borghesia milanese all'inizio del Novecento per adornare  le loro abitazioni.

Una stagione del gusto con un nome straniero, LIBERTY, che voleva sottolineare la voglia di cambiamento dai modelli classici, imponendo allo sguardo pubblico residenze di effetto.
A Milano esistono circa 600 edifici.  Le aree della città più interessate da questo cambiamento architettonico sono le zone tra Corso Venezia e Corso Monforte, e tra Corso Magenta e Parco Sempione, più qualche sporadica opera nel centro storico e in zone più periferiche.


Cancello interno in ferro battuto
Un itinerario alla ricerca del Liberty svela facciate adorne di steli, di rampicanti, cancelli in ferro battuto, voluttuosi cariatidi e arabeschi.  Il Liberty trovò a Milano uno dei terreni più fertili per il suo sviluppo in Italia, a tal punto che viene spesso indicata, con Torino e Palermo, come la Capitale italiana del Liberty.

Il primo edificio propriamente Liberty della città, e sicuramente uno dei maggiori esempi di liberty milanese e italiano, è Palazzo Castiglioni, progettato da Giuseppe Sommaruga nel 1901 e concluso nel 1904, proprio in Corso Venezia 47 (oggi sede dell'Associazione Commercianti): via per gran parte occupata dai palazzi neoclassici delle famiglie Nobili milanesi.

Palazzo Castiglioni

Inoltre fra le più importanti Case Liberty da vedere sono: Casa Berri Meregalli (1913) in via Vivaio 8, - Casa Guazzoni (1905) in via Malpighi 12, - Casa Galimberti (1905) in via Malpighi 3 - Casa Campanini (1906) in Via V. Bellini 11 - Casa Laugier (1906) in Corso Magenta 96, poi
Casa Moneta, Casa Frisia, Casa Agostoni, etc. etc.
Infine annotatevi in agenda anche l'ex Casa Chiusa (oggi ospita un ristorante) in via Fiori Chiari 17.




Casa Berri Meregalli
 


Casa Galimberti




















Vi ricordo anche alcune Monumenti Liberty tra cui: l'Acquario Civico di Milano(1906),  tanti sculture e monumenti al  Cimitero Monumentale di Milano,  poi l'ex Hotel del Corso in Piazzetta Liberty (ora palazzo delle Assicurazioni), la Palazzina Liberty in Piazza Marinai d'Italia, L'Hotel Diana, il Teatro Filodrammatici, etc.



Acquario Civico















Scusate  se non ho fatto un elenco completo, ma il mio consiglio è di organizzarsi autonomamente  in un ''tour'' a piedi nel centro storico di Milano. Penso che Vi regalerà la gioia di osservare da vicino queste bellezze artistiche che vi ho segnalato!!!
 

6 commenti:

Annamaria ha detto...

Grazie Stefano di queste informazioni e di questi consigli! Sei davvero una fonte preziosa!!!

Stefano ha detto...

Cara Annamaria
Sei sempre molto gentile! Quando vado
in giro per Milano mi piace guardare, osservare e scoprire cose nuove per poi condividerle con altri amici.
Grazie e un abbraccio.
Stefano G.

Ambra ha detto...

Il Liberty è fra gli stili che più mi piacciono e, come dici tu, in effetti Milano è ricca di palazzi Liberty, proprio nelle zone che tu hai citato.

Stefano ha detto...

Cara Ambra
so benissimo che tu già le avrai visti questi palazzi, abitando a Milano.
Comunque li ho consigliati soprattutto a quelli che non vivono a Milano.
Grazie e ciao. Stefano G.

Carmine Volpe ha detto...

si Milano offre è un ottima testimonianza del liberty basta fare un giro a piedi in città

Stefano ha detto...

Ciao Carmine
grazie per essere passato dal mio blog.