sabato 23 aprile 2016

Modi di dire:''Perdere la Trebisonda''


L'altro giorno parlavo velocemente con mia moglie perché dovevo uscire, ma lei era impegnata a fare un lavoro importante per la casa. Ad un certo punto mi dice: "Se continui  a parlare frettolosamente  mi farai ''perdere la trebisonda".

L'espressione ''Perdere la Trebisonda'' significa infatti, ''perdere la bussola, perdere l'orientamento''...  insomma, essere in balia della confusione.

Il proverbio è legato all'antica città turca di Trebisonda (Trabzon), il cui porto rappresenta tutt'oggi uno snodo fondamentale del traffico fra la costa del Mar Nero e la Persia. Il significato esatto della locuzione “perdere la Trebisonda”, però, è parzialmente incerto.

Trebisonda nel 1700 (fonte Web)

Secondo alcuni è da attribuire al fatto che la città costituiva un punto di riferimento importantissimo per le imbarcazioni che percorrevano le rotte tra Europa e Medio Oriente. Le coste e il porto, infatti, rappresentavano un riparo dalle tempeste e indicavano la strada ai naviganti; quando si celavano alla vista era facile che i marinai perdessero l'orientamento e, in caso di maltempo, naufragassero.

Una seconda spiegazione, invece, deriva questo modo di dire dagli antichi commerci: per i mercanti che vendevano li propri prodotti ai turchi per rifornire le legioni interne, “perdere la Trebisonda” significava perdere le somme di denaro investite nel viaggio.

Un'ultima interpretazione lega invece l'espressione alla resa di Trebisonda, capitale dell'omonimo
impero sorto nel 1204, che, in seguito all'avanzata degli Ottomani, fu l'ultima città a restare indipendente. Una volta caduta, nel 1461, determinò il crollo definitivo dell'Impero Bizantino.

7 commenti:

Annamaria ha detto...

Sempre molto interessanti i tuoi post!
Grazie, Stefano, e buon fine settimana!!!

Stefano ha detto...

Grazie a te Annamaria
Sei sempre molto gentile
Un caro abbraccio
Stefano G.

Costantino ha detto...

Interessante! ( anche alcune squadre italiane di calcio che erano andate a giocare in questa città hanno rischiato talvolta di perdere la Trebisonda!).

Francesco Zaffuto ha detto...

ottima ricerca sul mistero del nostro parlare di cui ignoriamo la memoria - ciao

Stefano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stefano ha detto...

E' vero Costantino! Piu'di una squadra ha perso la trebisonda!
Ciao.

Stefano ha detto...

Grazie Francesco
Ogni tanto mi piace sapere l'origine delle parole,anche per curiosita'.
Ciao