martedì 25 ottobre 2016

Moda di carta a Villa Necchi

Il FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano) presenta a Villa Necchi Campiglio nel cuore di Milano la mostra ''Moda di carta'', aperta da giovedì scorso 20 ottobre fino a fine dicembre 2016.
Trenta abiti realizzati interamente in carta con l'incredibile perizia e talento creativo inconfondibile della pittrice e stilista belga  Isabelle de Borchgrave.
 
Abito di corte di Elisabetta I del 1599
 
 Un'esposizione capace di dialogare con l'architettura e gli spazi di questa splendida dimora progettata da Piero Portaluppi, offrendo un itinerario di visita inedito in un luogo che ha ispirato la pittrice, disegnatrice, stilista e regista belga e che incarna l'eccellenza del design e dell'arte applicata.

In mostra l'illustrazione in carta della storia della moda e dello stile a cavallo tra la fine dell'Ottocento e la metà del Novecento – dai tailleur di Dior ai colorati kimono giapponesi – che diventa vera e propria installazione d'arte, coniugando un approccio storico e didattico con il piacere estetico e la curiosità di scoprire le infinite possibilità di una così semplice materia.

Kimono Giapponese del 1700
Dagli abiti da sera di Lanvin e Poiret ai vestiti da giorno di Chanel, saranno in mostra le minuziose riproduzioni di abiti-icona che hanno rivoluzionato il nostro modo di vestire.

Completo da sera di Poiret del 1912
 
Abito Bianco di C.Chanel del 1924
 
Si potrà anche ammirare la fitta plissettatura degli abiti Delphos, disegnati da Mariano Fortuny ispirandosi alle tuniche delle sculture greche, che rappresenta una radicale innovazione nell'abbigliamento femminile, poiché proponeva un indumento estremamente confortevole, privo di busto, e di facile realizzazione, basato su un modello con pochi tagli e cuciture.


Abiti delphos di M.Fortuny  dal 1910 al 1930

Oppure si potrà scoprire la storia del tailleur Bar, modello-manifesto della collezione New Look del 1947 di Christian Dior, che ha dettato le regole di una nuova estetica: dalla giacchina in shantung color crema a falde arrotondate modellate sulle curve del busto alla gonna plissettata e svasata che regala un incedere flessuoso assolutamente inedito.


Taielleur Bar di Dior del 1947
 
Esperienza e maestria dell'artista prendono forma nelle opere esposte, come in una messa in scena surreale, ma svelano anche i loro trucchi, i materiali e le tecniche di lavorazione nella riproduzione del suo variopinto laboratorio, ricreato appositamente nello spazio espositivo del sottotetto della Villa.

Per chi è interessato a visitare la Mostra, Villa Necchi si trova in centro di Milano (zona di Corso Venezia - MM Palestro), in Via Mozart 12/14, ed è aperta dal mercoledì alla domenica, ore 10,00-18,00  fino al 31 dicembre 2016.


4 commenti:

Paola ha detto...

Grazie per la segnalazione, Stefano!
La Villa l'ho già visitata ma dovrebbe essere
interessante e originale vedere gli abiti di carta.
Ciao.

Stefano ha detto...

Cara Paola
Dato che hai già visitata la villa, si può visitare
soltanto la mostra degli abiti di carta. Chiedi in bookshop.
Un abbraccio

Annamaria ha detto...

Davvero molto interessante!
Grazie di cuore Stefano, come sempre i tuoi post sono fonte di preziose informazioni e descrizioni.
Un abbraccio!!!

Stefano ha detto...

Cara Annamaria
Sei ti capita passare da Milano, vieni a visitarla.
E' molto bella. Comunque grazie a te.
Un caro abbraccio. Stefano G.