martedì 1 novembre 2016

I palazzi e le chiese di Trento

Ieri 31ottobre Papa Francesco è andato in Svezia per la celebrazione dei 500 anni della Riforma Luterana avvenuta il 31 ottobre 1517.
Martin Lutero affisse le 95 tesi sul portale della chiesa di Wittenberg ed è la prima volta che Protestanti e Cattolici "commemorano" insieme l'evento che avrebbe diviso e insanguinato l'Europa tra persecuzioni e guerre di religione.
Queste divisioni portarono  nel 1545 all'evento storico del Concilio di Trento (1545-1563).

Si dice che il muro divisorio tra Cattolici e Luterani potesse cadere solo a Trento, che in un momento della sua storia ha contribuito a dare al mondo una nuova direzione, ospitando dentro i suoi Palazzi una guerra efferata, senza morti e feriti


Il Concilio di Trento
Il premio per la città è stato un nuovo splendore urbanistico, che ha trasformato un centro alpino di circa 5 mila abitanti in una città regale. E così Trento ha avuto in regalo un cuore fatto di palazzi, chiese e strutture magnificenti dove i Papi e Politici cambiarono il Mondo.
Basta immaginare che una piccola cittadina improvvisamente diventa il centro del mondo e accoglie prelati e politici, ognuno con il suo seguito, centinaia di persone con esigenze molto particolari.
Palazzo Cazuffi-Rella in P.zza Duomo
Il Cardinale Cristoforo Madruzzo, che insieme al Cardinale Bernardo Clesio fu artefice della trasformazione urbanistica di Trento, racconta ad esempio di un vescovo che non si accontentava del palazzo a lui destinato, ma che voleva risiedere nel Castello del Buonconsiglio. Insomma, capricci e reali difficoltà logistiche da risolvere.
Castello del Buonconsiglio
Allora si è pensato di risistemare Trento in modo intelligente, valorizzando i migliori edifici del centro cittadino già esistenti.
Fra le strutture importanti usate per l'ospitalità durante il Concilio c'è da ricordare il Palazzo Roccabruna, che fu sede del Conte di Luna, ambasciatore del Regno di Spagna.

Palazzo Roccabruna
E poi il Palazzo a Prato, bellissima struttura rinascimentale, dove alloggiarono il Cardinale Giovanni Ciocchi del Monte (divenne poi Papa Giulio III), il Cardinale Marcello Cervini (diventato Papa Marcello II) e il Cardinale Reginald Pole (ultimo arcivescovo cattolico di Canterbury e vicino alle posizioni Luterane).


Palazzo a Prato (ora Palazzo delle Poste)
Questi due palazzi sono affacciati accanto alla Chiesa della Trinità, costruita nel 1520, e dove ha preso il via, la processione inaugurale del Concilio verso il vicino Duomo e la Chiesa di Santa Maria Maggiore. Nelle tre Chiese si sono svolte lunghe e varie sessioni del Concilio.
Il Duomo di Trento

Chiesa S. Maria Maggiore (dal Web)

Trento è una città costruita dalla Storia e che di questa, ancora oggi, è testimonianza.
Visitandola, basta andare in via Belenzani e dintorni, per ammirare, ancora oggi, i principali  edifici costruiti in quel periodo.

2 commenti:

Luisa ha detto...

Ogni tanto vado a Trento, ma non sapevo che
tanti palazzi o chiese, fossero stati costruiti
durante il periodo del Concilio. Mi fermerò a
guardarli meglio. Comunque grazie per l'informazione.
Ciao, Luisa

Stefano ha detto...

Grazie a te Luisa
Mi fa piacere sapere che vai a Trento.
E' una bellissima città da scoprire.
Un abbraccio