martedì 7 febbraio 2017

Una sola Regione con due facce: Il Trentino e l'Alto Adige

Domenica scorsa venendo in auto dall'Alto Adige a Milano, osservando il paesaggio che man mano cambiava, soprattutto verso Trento, mi sono chiesto spontaneamente:

''Come mai da Bolzano a Trento, pur facendo parte della stessa Regione, si cambia lingua, clima, paesaggi e perfino  cucina e vini, anche se entrambi hanno alcune cose in comune?''

Queste due aree mi ricordano un poco Giano Bifronte in quanto, la prima ha una faccia che guarda l'Austria, a cui un po' assomiglia, e la seconda ha l'altra, rivolta verso l'Italia, più esuberante; però facendo parte della stessa testa, nonché dello stesso corpo, si sono integrate bene.

L'Alto Adige è una zona di stupende e grandiose montagne, le Dolomiti, molte delle quali assomigliano a canne d'organo e assumono al tramonto colori meravigliosi; tra queste si snodano pittoresche vallate con ameni villaggi, dove può capitare ancora di ascoltare la ''Marcia di Radetzki'' suonata la domenica in piazza dagli ottoni e dalle percussioni della banda locale.


Gruppo del Catinaccio

Le tre Cime di Lavaredo
 
Qui si conserva una cucina vigorosa, ricca di sapori Mitteleuropei, dove trionfano gli arrosti, le carni suine e i dolci come lo strudel di frutta e le torte con cioccolato e panna. Inoltre bisogna ricordare che vengono prodotti alcuni vini, soprattutto piacevolissimi bianchi, tipo il Gewurtztraminer, il Muller Thurgau e il Sylvaner nella valle dell'Isarco.

Il Trentino, pure dotato di montagne importanti, è una terra più dolce e un po' meno imponente, che avverte la vicinanza del Veneto, di cui rispecchia un po' il carattere e i gusti.
 
L'Adamello e la Presanella
 
Dolomiti Trentine
 Qui si trovano ottime polente e sughi squisiti ai funghi, formaggi dell'alpe e mele ineguagliabili, ma soprattutto si producono vini importanti rossi, di antica tradizione, molti dei quali, grazie all'impegno di tanti produttori di rispettare gli standard qualitativi, sono a pieno titolo diventati DOC, tipo il Teroldego, il Lagrein e il Marzemino nella valle Rotaliana e nella valle dell'Adige.

Con questa mia semplice riflessione devo ammettere che, pensandoci bene, le due zone geografiche non mutano molto, anche se per noi Italiani la provincia di Bolzano è Alto Adige, ovvero la parte alta del fiume Adige, per la popolazione di origine tedesca locale è invece Sud Tirol, ovvero la parte terminale a Sud di un territorio (il Tirolo) che comprende una zona appartenente all'Austria e la provincia di Bolzano appunto. In Tirolo si parla tedesco e per tutelare questo, nella provincia di Bolzano esiste il bilinguismo ufficiale, ovvero tutto è in doppia lingua, italiano e tedesco, anche il nome dei posti e delle vie.

Quindi il Trentino (ovvero la provincia di Trento) è più legata, come dicevo prima, alla popolazione di origine "Veneta" e si parla il dialetto simile, ma poi si sente italiana al 100%, mentre la provincia di Bolzano è più teutonica, con maggioranza di popolazione di lingua tedesca e appartiene all'Italia solo per via politica. dopo i trattati susseguenti alle ultime Guerre Mondiali.

Alla fine cosa hanno in comune?
 
Essendo entrambe Province Autonome, ovvero a Statuto Speciale, anche la Regione viene amministrata in tutto e per tutto localmente, sia dai Trentini che dagli Alto Atesini, non dipendendo dal Governo Centrale di Roma, come invece avviene per le altre Regioni Italiane.
Comunque ho notato che gli immigrati, provenienti da altre Regioni, ormai si sono largamente uniformate nei due territori.

2 commenti:

Stefyp. ha detto...

Ciao Stefano, ho avuto modo qualche anno fa di visitare Trento e Bressanone, ma ero solo di passaggio. Non ho avuto modo di notare differenze, forse bisogna passarci qualche giorno. Entrambe, però, mi sono piaciute molto. Comunque trovo le tue osservazioni giuste, la collocazione geografica conta molto, entrambe risentono dell'influenza dei paesi confinanti.
Buona giornata a te, Stefania

Stefano ha detto...

Cara Stefania
grazie per il tuo giusto commento.
Come hai già detto, per capire due realtà bisogna starci almeno una settimana.
Trento è più grande ed è stata una città importante già nel passato a livello europeo col famoso Concilio di Trento. Bressanone è più piccola, ma famosa più per i Principi Vescovi, ma in realtà dipende più da Bolzano.
Comunque sia Bressanone che Trento sono due bellissime città.
Un caro saluto. Stefano G.