giovedì 9 marzo 2017

Il vero senso dell'amicizia

Vi siete mai soffermati a riflettere su che cos'è la vera amicizia? Qual è il significato di amicizia e come mai è così importante per tutti noi?
Premetto che l'amicizia è un valore molto importante per me, e infatti non riesco ad immaginarmi come possa essere l'esistenza di una persona, senza amici.

AMICI (fonte Web)
 Molto spesso siamo portati a definire "amici" tutte quelle persone con le quali abbiamo dei rapporti frequenti, con cui scambiamo quattro chiacchiere o ci vediamo ogni tanto, ma non ci rendiamo conto che in realtà la maggior parte di costoro sono dei semplici conoscenti.
 
L'amico è ben altro: è colui con il quale possiamo sempre e comunque essere noi stessi, senza veli, senza finzioni, che conosce tutti i nostri pregi ma anche i nostri difetti e nonostante ciò non ci chiede di cambiare. Una persona alla quale sentiamo di poter confidare i nostri pensieri, i segreti più intimi, senza timore di essere giudicati; è colui al quale possiamo dare tutta la nostra fiducia sicuri che non ci tradirà mai; all'amico puoi chiedere una mano senza che lui pretenda un tornaconto personale; è chi ti resta vicino non per cosa hai, ma per chi sei; che prova gioia a stare con te, anche se non condivide necessariamente tutti i tuoi interessi. 

Gli amici non sono nostri "cloni", ma sono un completamento di noi stessi, con i quali si crea una perfetta sintonia per cui anche senza bisogno di grossi discorsi, l'altro sa già cosa vuoi dire e viceversa, anzi l'amico è colui con il quale puoi anche stare in silenzio.
La cosa più importante in un rapporto di amicizia, secondo me, è il rispetto unito naturalmente alla sincerità, alla comprensione ed alla reciproca complicità. L'amicizia è un legame profondo e confidenziale che unisce due o più persone. Infatti questo sentimento ha un pregio fondamentale: si può distribuire tra molti individui, con varie sfumature, senza che nessuno di essi si senta svalutato.

Il "gruppo" vive importanti e decisive esperienze che restano indimenticabili nella vita di ogni persona, ma è fondamentale che all'interno dello stesso, ognuno trovi lo spazio necessario per esprimersi, confrontarsi, condividere, mantenendo una certa propria libertà di scelta.


Per mia fortuna, e grazie al mio carattere aperto ed estroverso, riesco ad avere dei buoni rapporti di conoscenza con tutti e di vera amicizia con pochi.

Per la maggior parte si tratta di amici che frequento da molto tempo, con cui ho condiviso esperienze belle e brutte; siamo molto uniti, scherziamo spesso e ci divertiamo molto. E' chiaro che frequentandoci regolarmente, ci influenziamo reciprocamente soprattutto in relazione ai gusti di letture e ascolto volentieri i consigli "costruttivi" che mi danno, ma poi preferisco fare un po' di testa mia, per avere una certa autonomia di pensiero e di azione.

Ecco cos'è per me il vero senso dell'amicizia!!!  Però ora mi chiedo:
 
''Si può essere amici anche con delle persone ''sconosciute'', che su una pagina dei Social Network ti danno la loro amicizia con un semplice clic''???

Io penso di sì, soprattutto con alcuni ''gruppi di persone'' può nascere un'amicizia anche per affinità, interessi o ideali comuni. Diventi amico perché hai la certezza della reciproca presenza, anche se non ci vediamo per tanto tempo, e forse perché si è creato un sentimento di stima, di fiducia e di amicizia particolare di gruppo.

14 commenti:

Costantino ha detto...

A non avere amici, cantava Gipo Farassino, "ti accorgi di avere sprecato una vita pedalando in salita..." ed aveva perfettamente ragione.

Stefano ha detto...

Caro Costantino
E'giusto ciò che cantava Farassino! ''Senza amici hai sprecato una vita intera''.

Cari saluti

EriKa Napoletano ha detto...

Penso alla nostra bella amicizia, nata attraverso i nostri blog, prima virtuale e poi, grazie all'idea degli incontri blogger avuta da Ambra, diventata reale. Io sono molto contenta di avere avuto la possibilità di conoscere una persona come te. Anche se ogni anno ci si vede per poche ore abbiamo scoperto nel nostro gruppo tante qualità e soprattutto il rispetto reciproco.Grazie per essere mio amico.

Stefano ha detto...

Cara Erika
sono d'accordo con te. Anch'io ho avuto la fortuna
di conoscere te ma anche tutti gli altri amici blogger.
Mi dispiace soltanto che nel nostro bel gruppo manchi Ambra.
Comunque grazie Erika per la tua amicizia.
Speriamo di incontrarci, almeno ad ottobre, organizzando
una giornata, come l'anno scorso!
Un caro abbraccio da Stefano G.

Cri ha detto...

Il web è stato per me una finestra spalancata sul mondo. E da ogni finestra spalancata ci entra un po' di tutto, compresi acquazzoni e tornado distruttivi. Ma anche un vento caldo e carezzevole di nuovi profumi e colori, il tepore lucente del sole, il brillìo fatato delle stelle: un universo di umanità senza la quale non avrei arricchito la mia. Averti conosciuto, assieme all'indimenticabile Ambra e agli altri amici blogger, è stato un dono prezioso di cui spero di tornare a godere, perché stare insieme a voi mi fa bene. Ti abbraccio!

Stefano ha detto...

Grazie cara Cri
anch'io sono contento di averti conosciuto personalmente
assieme agli altri amici. Spero di vedervi tutti al più presto.
Un abbraccio. Stefano G.

Annamaria ha detto...

E' vero, Stefano! Siamo talora portati a chiamare amici tanti di coloro che in realtà sono solo conoscenti, e l'esperienza mi ha insegnato che la parola "amici" invece è preziosa e non va usata a sproposito.
Quanto al tuo interrogativo, penso però - e ne ho la prova - che anche sul web, attraverso blog o social network, sia possibile diventare amici, scoprendo talora vere e proprie affinità elettive. Certo, poi l'amicizia, anche se prende il via da un semplice clic, va coltivata e in tanti casi continua per conto proprio fino a che ci s'incontra dal vivo e si approfondisce.
Proprio come è accaduto a noi e al nostro gruppetto blogger che, grazie alla carissima Ambra, si è amalgamato sempre più e nel quale trovo una condivisione e una ricchezza d'animo che mi ristora!!!
Grazie e un grande abbraccio!!!

Stefano ha detto...

Grazie Annamaria
Vedo che la pensi come me! Certamente l'amicizia
va coltivata. Spero che almeno una volta all'anno
incontreremo il nostro gruppo di amici blogger, anche se
purtroppo manca la cara Ambra.
Un caro abbraccio!

Anonimo ha detto...

La miglior specie d’amico è
quel tipo con cui puoi stare
seduto in un portico e
camminarci insieme,
senza dire una parola,
e quando vai via
senti come se fosse stata
la miglior conversazione
mai avuta.
Paulo Coelho

ciOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
luisa

Stefano ha detto...

Veramente profondo questo pensiero sull'amicizia
di Paulo Coelho!!!
Comunque grazie Luisa per essere passata dal mio Blog.
Ciao.

Francesco Zaffuto ha detto...

Caro Stefano,
ormai mi rendo conto di avere diversi amici nell'aldilà ed io qua tra le tante cose quotidiane di ogni giorno un po' mi disperdo. Forse gli amici ci aiutano a non disperdersi, sono un po' la nostra più intima memoria. Questa tua riflessione ci aiuta a fare un po' il punto di questo prezioso angolo dell'umano che nell'epoca in cui viviamo pare a rischio. Passerò questo tuo intervento su Arpa eolica, che in fin dei conti è un blog che ho dedicato agli amici.
Ciao

Stefano ha detto...

Hai proprio ragione, caro Francesco.
Ti ringrazio per aver letto la mia modesta riflessione
e sono contento se lo pubblichi sul Blog ''Arpa Eolica''
Un caro saluto.

ReAnto R ha detto...

Per mia esperienza personale si possono stringere anche legami forti sul web e sviluppare una amicizia , mentre con tanti si rimane conoscenti ..è come la vita solo un po' più complicato
Ciao

Stefano ha detto...

Ciao ReAnto,
E' giusto quello che dici! Infatti anch'io ho tanti amici forti,
conosciuti prima sul web e poi frequentati e ''coltivati'' negli anni!
Comunque grazie per essere passato dal mio blog.