martedì 9 maggio 2017

Tivoli, Parco Villa Gregoriana (2^ parte)

Ho già raccontato nel precedente post, le gite fatte durante il ponte Pasquale, a Roma e ai Castelli Romani. Ora continuo a parlarvi di un'altra visita fatta a Tivoli e precisamente a Villa Gregoriana con il suo bellissimo e grandioso Parco, salvato e recuperato dal FAI  (Fondo Ambiente Italiano), perché nel dopoguerra veniva utilizzato come discarica a cielo aperto dagli stessi Tiburtini, in quanto il Comune non aveva fondi ne personale a sufficienza per effettuare il recupero.


L'Acropoli con il Tempio di Vesta e della Sibilla
Situato in posizione panoramica ai piedi dell'Acropoli romana di Tivoli, questo suggestivo Parco vanta un ingente patrimonio naturalistico, storico e archeologico.
L'opera incessante della natura e dell'uomo ha contribuito a creare un ambiente di assoluto valore naturalistico, in cui coesistono cascate naturali ed artificiali, anfratti, orridi -  fonte di ispirazione per poeti ed artisti -  e affascinanti passeggiate immerse nella rigogliosa vegetazione.


Cascate
Il Parco della Villa Gregoriana si sviluppa sui due versanti di una fossa profonda, dove l'Aniene compiva un salto di oltre 100 metri verso la campagna romana: un punto del paesaggio tiburtino particolarmente attraente, caratterizzato da suggestivi scenari di dirupi, caverne, cadute d'acqua, e ricco di evocative memorie della classicità.

Salto dell'Aniene
Il Parco rappresenta un unicum che declina in modo esemplare l'estetica del sublime tanto cara alla cultura romantica; naturale e artificiale vi si fondono in modo così seducente da diventare, nell'Ottocento, il soggetto principale delle rappresentazioni pittoriche di Tivoli, che diventa meta obbligata  del Grand Tour.


La Cattedrale di S. Lorenzo
Infine la cittadina di Tivoli, medievale e papalina, merita una visita particolare.
 
Oltre a Parco Villa Gregoriana, ci sono due importanti Ville riconosciute dall’Unesco, ovvero Villa Adriana e Villa d'Este, che alcuni anni fa avevo già visitato.

Villa Adriana è la più grande e la più splendida delle ville imperiali romane. Il complesso di edifici che costituisce la straordinaria residenza fu costruito (tra il 118 e il 134 d.C.) per volontà dell'imperatore Adriano e comprendeva la sua residenza privata, alloggi collettivi, edifici per spettacoli, impianti termali e grandi aree tricliniari per sontuosi banchetti.

Villa Adriana
Villa d'Este, capolavoro del Rinascimento italiano, deve invece la sua notorietà principalmente allo straordinario giardino di fontane ,che ispirò anche la composizione di Giochi d'acqua a Villa d'Este di Franz Liszt.

Villa d'Este
Posti meravigliosi che invito tutti a visitare, sempre se si può, oppure se si trova in zona! 

6 commenti:

Roberta ha detto...

Non l'ho mai visitata, anche se abito a Roma! Andrò a Giugno.
Ma da quando l'hanno aperta?
Grazie per la segnalazione. Ciao. Roberta

Stefano ha detto...

Il parco di Villa Gregoriana è stato aperto al pubblico dal FAI
già dal 2005. Cara Roberta ti consiglio di visitarla! Trascorrerai
una bella giornata in mezzo alla natura.
Un caro saluto.

Luigi ha detto...

l'ho vista anch'io l'anno scorso Stefano: incantevole!!!

Stefano ha detto...

Benissimo Luigi
Sono contento che anche tu hai visitato questi posti meravigliosi!
Un amichevole saluto.

Annamaria ha detto...

Grazie, Stefano, per questo post così interessante, come sempre del resto.
Mi hai dato un'idea in più per le vacanze.
Buona serata!!!

Stefano ha detto...

Cara Annamaria
Ti assicuro che in questo Parco troverai un angolo di pace e tranquillità.
Tivoli è una cittadina Idilliaca: è da visitare sia la parte centrale papalina, che le altre due ville antiche: Adriana e D'Este.
Un caro saluto!