martedì 17 ottobre 2017

''Summertime'': Tormentone estivo

Carissimi amiche ed amici Bloggers, finalmente ora sono tornato definitamente!

Quest'anno, come sempre, tra Luglio ed Agosto sono stato in Trentino. A metà Settembre sono andato a Roma a trovare la mia nipotina, dato che  iniziavano  le scuole. 

In sintesi, (se interessa a qualcuno), vi racconto cosa ho fatto durante il periodo di vacanza:

- Luglio è trascorso abbastanza bene con i due nipotini (senza genitori) tra parchi giochi, varie gelaterie, bagni in piscina o sul Lago di Garda, qualche passeggiata in montagna ma soprattutto gestire i compiti delle vacanze!


Il Lago di Garda Trentino al tramonto
-Agosto è trascorso discretamente fino alla metà del mese con un po' di ''più movimento''.
Ovvero sono arrivati i genitori dei nipotini, ovvero i miei due figli, venuti per due settimane prima che andassero al mare in vacanza con tutta la loro famiglia.
Dico ''più movimento'' perché ognuno di loro, giustamente, vive la vacanza in assoluta ''anarchia'', ovvero senza guardare l'orologio...

Finalmente dopo Ferragosto sono andati via tutti al mare; così io e mia moglie abbiamo iniziato ad ''assaporare'' bene il nostro periodo vero di vacanza, non per fare ''chissà che cosa?'', ma almeno ci siamo dedicati  a delle gite a Mantova, in Alto Adige per delle passeggiate in alta montagna, incontrare amici, visitare alcune mostre.!!!

- Settembre: Come già detto , prima una settimana a Roma, poi due giorni per visitare Mantova, Solferino e San Martino della Battaglia.

A proposito di Mostre, sono andato a visitarne due molto importanti:
 
Una al Castello del Buonconsiglio di Trento su ''Il Rinascimento di Marcello Fogolino'', famoso pittore veneto del '500.
L'altra al MART di Rovereto su ''l'Eterna Bellezza nell'Arte Italiana del primo Novecento''.

Il Castello del Buonconsiglio di Trento svela, con un’ampia mostra, la grandezza di Marcello Fogolino. L’iniziativa, che si sviluppa in collaborazione con i Musei Civici di Vicenza, dove è nato, e la Pinacoteca di Palazzo Chiericati, riscopre un artista notevolissimo ma la cui fama di pittore venne offuscata dalle sue vicende private. La condanna per l’omicidio di un barbiere, commesso, pare, insieme al fratello Matteo, la messa al bando, l’attività di spionaggio a favore della Serenissima, gli alti e bassi con la committenza delineano un personaggio dalle tinte forti.
Dopo le grandi mostre monografiche dedicate ai pittori che affrescarono il maniero ovvero Girolamo Romanino e i fratelli Dosso e Battista Dossi, il Castello del Buonconsiglio rende ora omaggio al terzo artista che contribuì alla decorazione del Magno Palazzo.


Fogolino - Madonna con Bambino e Santi

La rassegna intitolata “Ordine e bizzarria. Il Rinascimento di Marcello Fogolino”, inaugurata il 7 luglio 2017 e chiuderà il 4 novembre, vuole far conoscere al grande pubblico il ''pittore errante'' che fu costretto a una forzata permanenza in Trentino, ma che riuscì a guadagnarsi, con la sua opera, la fiducia del principe vescovo Bernardo Cles fino a divenirne il pittore di corte e, poi, del suo successore, il principe vescovo Cristoforo Madruzzo, organizzatore del Concilio di Trento.


Affreschi e Quadri di Fogolino
Invece, al Mart di Rovereto, ho visitato la mostra dedicata a uno dei momenti più ricchi dell’Arte italiana del Novecento. In collaborazione con Fundación MAPFRE, Madrid.
Attraverso capolavori assoluti del primo Novecento, Un’eterna bellezza propone un percorso tra le opere dei maestri dell’arte italiana che guardano al passato e al canone classico come fonti di ispirazione. Il percorso espositivo è articolato in sette sezioni: Metafisica del tempo e dello spazio; Evocazioni dell'antico; Paesaggi; Poesia degli oggetti; Ritorno alla figura. Il ritratto; Il nudo come modello; Le stagioni della vita.

Casorati
In mostra oltre cento opere di alcuni tra i più significativi protagonisti dell’arte italiana: Carrà, Casorati, de Chirico, de Pisis, Savinio, Severini, Sironi ma anche Bucci, Cagnaccio di San Pietro, Donghi, Dudreville, Funi, Malerba, Martini, Marussig, Oppi, Wildt e Usellini.


Wildt
L’esposizione intreccia una fitta rete di rimandi visivi con le opere delle Collezioni del Mart presenti nel percorso permanente. Queste ultime sono segnalate da apposite didascalie che mettono in evidenza i collegamenti con Un’eterna bellezza.


Casorati
 
Questa mostra sarà visitabile fino al 5 nov.2017.

8 commenti:

Giovanna ha detto...

Beato te che sei stato tanto tempo in vacanza.
Bentornato Stefano.

Stefano ha detto...

Cara Giovanna
come ben sai ormai ho più tempo rispetto
ad alcuni anni fa. Abbracci. Stefano

Annamaria ha detto...

Bentornato davvero, caro Stefano, e grazie di questo post sempre ricco di belle cose e interessanti mostre!!!

Stefano ha detto...

Grazie Annamaria per l'interessamento.
Mi sono accorto che tanti blogger non scrivono più nei loro blog,
ma sono presenti solo su Facebook! E' possibile???
Perché non si organizza un incontro con tutti i blogger
vecchi e nuovi come una volta!!! Un caro abbraccio.

EriKa Napoletano ha detto...

Caro Stefano, anch'io ho trascorso tre mesi con il nipotino che è venuto a Bari mentre la mamma lavorava a Roma. L'ho portato al mare ma anche a Trento dove ho visitato il Castello del Bonconsiglio e la mostra di cui parli. A Trento avevo prenotato il trenino dei Castelli che è stata un'esperienza molto positiva. E poi siamo stati in altri luoghi della Puglia e Basilicata.Belle le tue vacanze, molto intense. Un caro saluto a te e a tua moglie.
Erika

Stefano ha detto...

Grazie Erika
A saperlo che ti trovavi a Trento potevi telefonarmi per vederci
E andare a pranzo insieme. Sarà per un'altra volta.
Grazie per essere passata dal mio blog.
Un caro abbraccio.

Carmine Volpe ha detto...

Un estate ricca i nipoti portano sempre festa, quest'anno a rovereto non sono andato, peccato

Stefano ha detto...

Ciao Carmine
Hai ragione. I nipotini portano allegria.
Quando andrai a Rovereto fammelo sapere.
Io vado a Riva del Garda d'estate oppure durante le feste.
Un caro saluto.